Domenica delle Palme Monsignor Cornacchia
Domenica delle Palme Monsignor Cornacchia
Religioni

Domenica delle Palme: il Vescovo prega per giovani, malati e operatori sanitari

La Santa Messa celebrata nell'imponente Cattedrale di Molfetta deserta a causa del Coronavirus

Si è svolta all'interno della Cattedrale di Molfetta la Santa Messa della Domenica delle Palme. Ad officiarla Monsignor Domenico Cornacchia, Vescovo della Diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi.

Una celebrazione toccante, a tratti anche commovente: nell'imponente chiesa del borgo molfettese solo il Pastore diocesano e alcuni membri del clero. Attorno il vuoto. Niente fedeli, niente ramoscelli d'ulivo alzati per la benedizioni. Tutto a porte chiuse, vietato ogni ingresso a causa delle stringenti norme anti contagio per il Coronavirus.

La benedizione dei ramoscelli d'ulivo, segno di pace, apre la Santa Messa: rispetto agli anni passati, un gesto di speranza verso il futuro ancora maggiore. Poi la lettura del Passio, ancora più commovente il silenzio al momento della lettura della morte di Gesù Cristo: il clero presente in ginocchio, in ginocchio anche il Vescovo davanti al Tabernacolo. Tutto attorno la grandezza della Cattedrale vuota nella quale il silenzio rimbombava.

«Ti supplichiamo di mandarci un angelo a consolarci e sostenerci nella prova. Quest'oggi ai tuoi piedi stendiamo i nostri abiti inzuppato di sofferenza, dolore, di sangue innocente. Non troviamo una logica a tanto soffrire», è la preghiera di Monsignor Cornacchia durante l'omelia.

Omelia in cui il pensiero va ai giovani per cui «imploriamo un avvenire sereno, prospero e ricco di traguardi raggiungibili».
Immancabile anche una supplica al Signore per dottori, operatori sanitari e volontari irriconoscibili dietro le loro protezioni: per loro il Vescovo chiede «forza, coraggio per sciogliere dalla schiavitù del dolore e della morte tante nostre fratelli e sorelle».

«Lasciamo che parli il nostro cuore: Signore, non abbiamo più lacrime per esprimere la nostra sofferenza per quanto dolore e morte ci stanno attanagliando. Ci sentiamo in un mare tempestoso, reclusi in casa avvertiamo il peso insostenibile della libertà ridotta a zero. Pensiamo a quanti non hanno mezzi e risorse per affrontare questa onda di dolore. Ascolta il grido di dolore di chi cerca di dare ossigeno a chi crede aiuto e vita».

Infine una esortazione con un rimando alle parole di don Tonino Bello: «Signore, fa che possiamo librarci in volo», conclude prima di affidare la Diocesi di Molfetta, Ruvo, Terlizzi e Giovinazzo anche alla Madonna.
  • vescovo
Altri contenuti a tema
Il Vescovo agli studenti: «Siate cattedre di umanità» Il Vescovo agli studenti: «Siate cattedre di umanità» 20000 segnalibri in distribuzione nelle scuole della Diocesi
In parrocchia tra volontariato e solidarietà; giornata del povero. In parrocchia tra volontariato e solidarietà; giornata del povero. Domenica scorsa è stata servita la mensa per una ottantina di ruvesi indigenti.
Il vescovo incontra imprenditori e lavoratori Il vescovo incontra imprenditori e lavoratori Dalla diocesi attenzione ai problemi sociali legati al lavoro
Mons.Cornacchia festeggia oggi i 41 anni di sacerdozio Mons.Cornacchia festeggia oggi i 41 anni di sacerdozio Alle 19 celebrazione eucaristica nella parrocchia Madonna della Pace a Molfetta
Mons. Cornacchia: «Auguro a tutti che la pietra tombale possa essere ribaltata da ciascuno nelle propria casa» Mons. Cornacchia: «Auguro a tutti che la pietra tombale possa essere ribaltata da ciascuno nelle propria casa» Il messaggio augurale del vescovo mons. Domenico Cornacchia
Via crucis nella CASA "Don Tonino Bello" di Calendano Via crucis nella CASA "Don Tonino Bello" di Calendano Protagonista il vescovo della diocesi mons. Domenico Cornacchia
Intimidazione al sindaco, il vescovo Cornacchia: «Gesto disumano» Intimidazione al sindaco, il vescovo Cornacchia: «Gesto disumano» La diocesi di Molfetta-Terlizzi-Ruvo-Giovinazzo condanna l'atto intimidatorio ai danni del sindaco
Scandalo ex prete pedofilo a Foggia, le telecamere della D'Urso alla ricerca del vescovo Cornacchia Scandalo ex prete pedofilo a Foggia, le telecamere della D'Urso alla ricerca del vescovo Cornacchia Oggi nella diocesi di Molfetta-Terlizzi-Giovinazzo-Ruvo le telecamere di Mediaset
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.