giovanni mazzone
giovanni mazzone
Politica

Il consigliere Giovanni Mazzone si smarca dal suo partito: «No col terzo polo, noi restiamo con il centrosinistra»

«Una scelta, quella del terzo polo, che non riusciamo a comprendere e che riteniamo molto penalizzante per il nostro progetto politico»

I componenti dei "Popolari con Emiliano" di Ruvo di Puglia si smarcano dal loro segretario regionale Massimo Cassano. La campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 25 settembre stia mettendo in mostra qualche contraddizione di troppo e a una settimana dal voto c'è chi mette le cose in chiaro. E' il caso del consigliere comunale Giovanni Mazzone e dei componenti del direttivo della sezione "Popolari con Emiliano" di Ruvo di Puglia, Nicola Tedone, Giovanni Tedone e Dino Saulle, i quali in una nota hanno sottolineato il proprio disagio rispetto alle alleanze fatte dal loro leader Massimo Cassano: «Non senza dispiacere - si legge nella nota congiunta - prendiamo le distanze dalla scelta del segretario e di alcuni iscritti al movimento Popolari Con Emiliano che hanno inteso abbandonare la coalizione del centro-sinistra per "l'avventura" del Terzo Polo. Una scelta che non riusciamo a comprendere e che riteniamo molto penalizzante per il nostro progetto politico».

«Nel 2018 la nostra decisione di abbandonare un centrodestra inconcludente e senza visione per sostenere il centrosinistra avvenne dopo una discussione interna sofferta e travagliata. Fu necessario spiegare bene ai nostri sostenitori le ragioni di quella determinazione, chiedemmo loro di fidarsi. Era allora una decisione dettata dalla nostra volontà di contribuire al bene della città e dalla necessità di discutere le nostre idee con interlocutori disponibili e seri. Ci siamo presi il compito di presidiare la parte moderata del centrosinistra: oggi i risultati ci dicono che quella decisione fu giusta e vincente sia al livello locale che a livello regionale».

«La nostra appartenenza al centrosinistra ha prodotto fino a oggi esperienze di buon governo e ha aiutato i nostri territori a superare momenti estremamente difficili, nel centrosinistra abbiamo trovato ascolto e spazio politico per le nostre priorità, non vediamo né comprendiamo pertanto le ragioni di un cambio di direzione politica proprio mentre i fatti ci dicono che le ragioni di allora sono ancora tutte valide e tutte in piedi».

«Noi firmatari di questa lettera - si legge a conclusione - resteremo fedeli all'impegno preso con i cittadini meno di un anno fa, quando abbiamo messo il nostro simbolo accanto al nome di Ninni Chieco, e in occasione delle elezioni politiche del 25 settembre voteremo e invitiamo tutti a votare per i candidati e per le forze del centrosinistra sia alla Camera che al Senato, sia nei collegi uninominali che nel proporzionale».
  • giovanni mzzone
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.