Cantine aperte 2019
Cantine aperte 2019
Territorio

Cantine aperte: buon vino fa buon turismo

Successo per l'iniziativa che ha toccato anche l'azienda ruvese Mazzone

Le condizioni meteo poco favorevoli non hanno fermato in Puglia il popolo degli enoappassionati che sabato 25 e domenica 26 maggio hanno preso parte a "Cantine aperte", la grande festa dei vignaioli del Movimento Turismo del Vino.

Circa 30mila i visitatori registrati, con un'affluenza in linea con lo scorso anno nonostante il meteo incerto. Il target è costituito da enoturisti colti e alla ricerca del buon bere, che hanno scelto di partecipare alle degustazioni e alle visite guidate nelle cantine di tutta la regione. L'evento, realizzato in collaborazione con l'assessorato regionale all'industria turistica e culturale, ha animato tutto il weekend, con visite agli impianti produttivi e alle bottaie, dando l'opportunità ai visitatori di scoprire in prima persona quanta cura e attenzione richiede ogni calice di vino, direttamente negli affascinanti luoghi dove nasce.

Per la 27esima edizione, cinquanta le aziende socie che in Puglia hanno aperto le loro porte, promuovendo in prima persona la qualità del vino e la sua cultura con degustazioni, verticali, seminari, ma anche tante altre attività.
Ampio spazio agli abbinamenti con i prodotti dei diversi territori, con light lunch e proposte street food da d'Araprì (San Severo), Mirvita Tor de' Falchi (Minervino Murge), La Cantina di Andria(Andria), Claudio Quarta Tenute Emèra (Lizzano), Trullo di Pezza (Torricella), Cantine Due Palme (Cellino San Marco), Cosimo Taurino (Guagnano), Fiorentino (Galatina); cene in vigna da Vetrère (Taranto); menu degustazione da Amastuola (Crispiano), Menhir (Minervino di Lecce) e vere e proprie feste in cantina da Torrevento (Corato), Coppi (Turi), Varvaglione (Leporano), Paolo Leo (San Donaci), Cupertinum (Copertino).

Si racconta che la musica migliori l'affinamento in cantina e in vigna, e forse anche per questo tanti concerti hanno animato le cantine e le bottaie, dalla musica popolare al jazz. Musica da Feudi di Guagnano (Guagnano), Mazzone (Ruvo di Puglia) e da Apollonio con i giovani musicisti del Locomotive Jazz Festival. Particolarmente suggestivo il concerto per pianoforte a coda nella bottaia di Tormaresca – Tenuta Bocca di Lupo, mentre da Felline Gregory Perrucci in persona si è seduto al pianoforte di Spazio Primitivo, accompagnato da un ensemble jazz.

Non sono mancate le visite ai musei di civiltà contadina da Cantina dei Fragni (Sammichele di Bari), Produttori Vini Manduria (Manduria), Cantine Lizzano (Lizzano), Claudio Quarta Moros(Guagnano) e Leone de Castris (Salice Salentino); le mostre d'arte e fotografia a tema da Duca Carlo Guarini (Scorrano), lo spettacolo teatrale da Castel di Salve (Depressa di Tricase), e iniziative originali come le visite teatralizzate delle cantine da Schola Sarmenti (Nardò) e il contest fotografico da Rivera (Andria).

Protagonisti assoluti delle due giornate i vini di Puglia, raccontati direttamente dai vignaioli e fatti degustare dai sommelier dell'Associazione Italiana Sommelier Puglia, anche attraverso le tante attività messe in campo: verticali di etichette storiche, minicorsi con sommelier professionisti, attività di approfondimento, connubi vino/arte, spettacoli. In più, incontri con artigiani del gusto, degustazioni in abbinamento alle preparazioni di chef prestigiosi da tutto il territorio hanno esaltato anche attraverso la gastronomia l'intensità delle sfumature dei vini di produzione.

Cantine Aperte inaugura la stagione degli appuntamenti del Movimento Turismo del Vino Puglia, per il 2019 all'insegna dell'enoturismo di qualità. Prossimo appuntamento Calici di Stelle, il gran galà dei vini di Puglia della settimana di San Lorenzo, giunto alla sua XXI edizione. Tre le tappe previste quest'anno, il 2 agosto a Mattinata, il 7 agosto a Monopoli e il 10 agosto a Supersano, nel leccese, per attraversare tutte le terre del vino pugliesi da nord a sud, in un vero e proprio tour tra alcune delle più suggestive masserie e dimore della regione, in collaborazione con Fondazione Italiana Sommelier Puglia, La Puglia è Servita e Buonaterra Movimento Turismo dell'Olio Puglia.

La manifestazione di Cantine Aperte è inserita nella programmazione progettuale triennale del Consorzio Movimento Turismo del vino Puglia dal titolo "Puglia: cultura del vino scoperta di un territorio", a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione - FSC 2014-2020 "Patto per la Puglia", Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall'assessorato regionale all'industria turistica e culturale.
  • Turismo
  • Vino
  • Cantine aperte
Altri contenuti a tema
Anche a Ruvo di Puglia sarà "Cantine aperte in vendemmia" Anche a Ruvo di Puglia sarà "Cantine aperte in vendemmia" Un'occasione da non perdere per dare piacevolmente il benvenuto all'autunno
Turismo, un'estate positiva per la Puglia Turismo, un'estate positiva per la Puglia La soddisfazione dell'assessore regionale Capone
Grande musica e visite guidate: cosa fare nel weekend Grande musica e visite guidate: cosa fare nel weekend Tour tra palazzi storici, campanili e ipogei
1 Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Accoglienza di prestigio per turisti italiani e stranieri sul mare di Molfetta
Le foto dei monumenti di Ruvo di Puglia per illustrare Wikipedia. C'è il concorso Le foto dei monumenti di Ruvo di Puglia per illustrare Wikipedia. C'è il concorso Ciò che occorre sapere per partecipare
Talos Festival: con la Pro Loco visite guidate alla scoperta della città, tra storia, arte e leggende Talos Festival: con la Pro Loco visite guidate alla scoperta della città, tra storia, arte e leggende Una serie di itinerari culturali per scoprire il patrimonio di Ruvo di Puglia
Turismo, Puglia meta turistica preferita dagli italiani Turismo, Puglia meta turistica preferita dagli italiani Lo sostiene l’Associazione nazionale Codacons. Esultano Emiliano e Capone
Vacanze alternative? Ecco il campo di volontariato naturalistico sul Parco dell'Alta Murgia Vacanze alternative? Ecco il campo di volontariato naturalistico sul Parco dell'Alta Murgia Tre giorni per affinare lo spirito di adattamento e concentrarsi su natura e impegno civico nei territori di Bitonto, Ruvo e Corato
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.