Tari
Tari
Vita di città

Caso Tari, il riconteggio potrebbe riguardare anche Ruvo

I chiarimenti dell'amministrazione comunale

È di questi giorni la notizia che molti Comuni italiani tra il 2014 e il 2017, hanno commesso errori nel calcolo della Tari. L'errore riguarda la tassa rifiuti sui locali di pertinenza delle abitazioni.

Il riconteggio delle somme potrebbe riguardare anche Ruvo di Puglia, anche se si tratta di differenze di importi (tra quello pagato e quello dovuto) abbastanza esigue: pochi euro per anno.

In proposito, è tuttavia necessario fare una importante precisazione: come ribadito in queste ore dall'ANCI, la TARI è una imposta comunale il cui importo complessivo, ripartito tra i cittadini, è esattamente pari al costo del servizio rifiuti. Ebbene, l'errore di cui si discute non riguarda l'importo complessivo della tassazione (che è giusto) ma il modo in cui tale importo è stato suddiviso tra gli utenti.

Dunque, l'errore di calcolo (contestato dall'ANCI che non è d'accordo con il Ministero dell'Economia) ci mette di fronte alla necessità da una parte di restituire poche decine di euro agli utenti con locali di pertinenza e dall'altra di rivedere la ripartizione della TARI tra tutta la platea degli utenti cittadini. Insomma, la tassa pagata in meno da alcuni andrà, da oggi in poi, distribuita e pagata comunque da tutti.

"La questione – ha detto il sindaco di Ruvo di Puglia, Pasquale Chieco – è delicata e merita un approfondimento accurato: lo stesso Ministero che ieri ha autorizzato il nostro regolamento oggi ci chiede di rivedere i conteggi.
Sta di fatto che l'ammontare complessivo dell'imposta (pari al costo del servizio) resta comunque dovuto e, quindi, stiamo parlando di correggere il modo in cui tale ammontare dovrà essere distribuito tra i cittadini. Con un grande paradosso.
Il nuovo metodo di tassazione (a differenza di quello da noi applicato), ha come risultato concreto quello di far diminuire la TARI ai proprietari di immobili con locali pertinenziali facendola aumentare agli utenti che locali di pertinenza non ne hanno. Insomma, pagherà di meno chi ha di più e di più chi ha di meno. Bella trovata interpretativa.
A questo punto, spero davvero che, grazie all'azione in corso dell'ANCI, si riesca a evitare questa beffa. Staremo a vedere"
  • tari
Altri contenuti a tema
Saldo Tari 2021, modalità di accesso all'Ufficio Tributi Saldo Tari 2021, modalità di accesso all'Ufficio Tributi Gli orari in vigore fino al 30 gennaio
Riduzione Tari per negozi, aziende e professionisti Riduzione Tari per negozi, aziende e professionisti C'è tempo fino al 25 novembre per presentare istanze
Agevolazioni Tari anche per le attività sospese facoltativamente Agevolazioni Tari anche per le attività sospese facoltativamente La precisazione dell'area risorse economiche
Agevolazione TARI per attività economiche, ecco come richiederla Agevolazione TARI per attività economiche, ecco come richiederla A sostegno di attività colpite dalle difficoltà causate da covid-19
Tributi locali: quanto, come e quando pagare Tributi locali: quanto, come e quando pagare Online la giuda IUC 2016
Aumenta la differenziata e diminuisce la TARI Aumenta la differenziata e diminuisce la TARI L'Asipu apre il centro di raccolta anche nei festivi
IMU, TASI e TARI, il comune approva le nuove aliquote IMU, TASI e TARI, il comune approva le nuove aliquote Oggi la seduta di consiglio comunale urgente
Diminuisce la TARI, il miracolo del porta a porta Diminuisce la TARI, il miracolo del porta a porta 73,33% il dato sulla differenziata di marzo
© 2001-2021 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.