Amianto
Amianto
Territorio

Contributi per lo smaltimento di amianto dagli edifici privati

Legambiente a fianco dei cittadini

La Città Metropolitana di Bari ha di recente pubblicato un bando che consente ai cittadini residenti nel territorio della Città Metropolitana di Bari, quindi anche a Ruvo, di ottenere un contributo per la messa in sicurezza o la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto in cattivo stato di conservazione, per un importo pari all'80 percento della spesa sostenuta e, per interventi che ne preveda rimozione e smaltimento, comunque non superiore a 10.000 euro per ciascun intervento.

"Inviando la domanda si viene inseriti in una graduatoria in base al punteggio ottenuto, scorrendo la quale saranno erogati i contributi sino ad esaurimento del fondo messo a disposizione che, tuttavia, è tale da finanziare una o due centinaia di interventi. - ci ha spiegato Michelangelo Guastamacchia, volontario Legambiente - Maggiori possibilità di ottenere il contributo le avranno i proprietari di immobili situati vicino ai cosiddetti "recettori sensibili"(scuole, asili, parchi, chiese, strutture sportive) o che intendano rimuovere coperture in cemento-amianto installando contestualmente impianti a pannelli solari o fotovoltaici, specie se la domanda è inviata con tempestività. È indispensabile, ovviamente, che l'immobile sia in regola con le disposizioni urbanistico-edilizie e che l'intervento venga eseguito da imprese abilitate ad operare con l'amianto, iscritte nell'Albo Nazionale Gestori Ambientali. Affinché la pratica possa essere ritenuta ammissibile è essenziale che alla domanda sia allegata una relazione tecnica redatta da un tecnico abilitato e, preferibilmente, una perizia giurata. È davvero una opportunità da cogliere per eliminare un potenziale serio pericolo per la nostra salute, e bisogna affrettarsi perché il bando scade il 29 gennaio 2016."

Contattando il numero verde 800.131.026, poi, è possibile ottenere un sopralluogo gratuito da parte di tecnici della Teorema Spa, partner tecnico di Legambiente, al fine di valutare l'eventuale presenza di amianto e censire il manufatto. Per maggiori informazioni sul bando per l'accesso ai contributi e sulla campagna "Puglia Eternit Free" è possibile contattare il circolo Legambiente Terlizzi tramite la pagina Facebook "Legambiente Terlizzi" o inviando una email all'indirizzo legambiente.terlizzi@libero.it, oltre che accedere ai siti internet della Città Metropolitana di Bari e di Legambiente Puglia.
  • Amianto
  • Legambiente
  • Città metropolitana di Bari
Altri contenuti a tema
Puliamo il mondo, le associazioni puliscono i sentieri dell'Alta Murgia Puliamo il mondo, le associazioni puliscono i sentieri dell'Alta Murgia Da Calendano ai sentieri di Masseria Coppe
Consiglio Metropolitano, si vota il 6 ottobre. Ecco i candidati Consiglio Metropolitano, si vota il 6 ottobre. Ecco i candidati Sono tre le liste per la competizione elettorale di secondo livello
Francesco Tarantini riconfermato alla guida di Legambiente Puglia Francesco Tarantini riconfermato alla guida di Legambiente Puglia Ruggiero Ronzulli nuovo direttore
Pubblicato il rapporto ecomafia, Puglia tra le prime regioni per reati contro l'ambiente Pubblicato il rapporto ecomafia, Puglia tra le prime regioni per reati contro l'ambiente Bari, Foggia e Lecce fra le prime dieci province per illegalità ambientale in Italia
Comuni ricicloni, Ruvo di Puglia al decimo posto Comuni ricicloni, Ruvo di Puglia al decimo posto La percentuale di raccolta differenziata è del 75,1%
Bonifica da amianto, un bando aperto anche ai privati Bonifica da amianto, un bando aperto anche ai privati Contributi sino all'80%
Al via “Alta Murgia Pulita” la campagna di Legambiente che coinvolge anche Ruvo di Puglia Al via “Alta Murgia Pulita” la campagna di Legambiente che coinvolge anche Ruvo di Puglia Venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 settembre si torna in piazza con Legambiente per la 26esima edizione di Puliamo il Mondo
Rifiuti, "Scatta & Mappa" per segnalare siti degradati e discariche abusive Rifiuti, "Scatta & Mappa" per segnalare siti degradati e discariche abusive Iniziativa congiunta dei circoli di Legambiente dei comuni dell'Aro1
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.