Fiori
Fiori
Scuola e Lavoro

Florovivaismo, rinnovato il contratto degli operai. Cia: «Garantire dignità del lavoro»

Soddisfazione delle organizzazioni Agricole Bari-Bat

Rinnovato il contratto degli operai agricoli e florovivaisti per le province di Bari e Bat, con decorrenza dal primo gennaio 2020 al 31 dicembre 2023. Lo annunciano con soddisfazione le Organizzazioni Agricole.

L'intento di parte datoriale è stato quello di garantire dignità del lavoro, valorizzazione della manodopera, attivazione di politiche di welfare a beneficio di aziende e lavoratori, favorendo contestualmente il recupero della competitività del settore, secondo logiche condivise di reale adeguamento contrattuale alle nuove dinamiche agricole ed occupazionali.

Si è lavorato inoltre con l'obbiettivo di creare e mantenere nel tempo le condizioni sul territorio provinciale per ottenere incremento occupazionale e diffusione della cultura della sicurezza e della legalità nel lavoro.

Il contratto prevede la conferma dei livelli di classificazione come previsti dal contratto scaduto e della declaratoria delle mansioni ad essi riferibili, con la sola modifica del parametro retributivo di rifermento per le mansioni inquadrate nella Area 3 Livello 2 che passa dal 122 (ex fase sperimentale) al 124, da applicarsi però in termini definitivi e strutturali, senza condizioni e parametri particolari da rispettare per le aziende.

Il testo, inoltre, nella sua parte normativa ha esplicitato l'efficacia del principio di ultrattività del contratto scaduto, nel caso di vacanza contrattuale, non prevedendo alcuna applicazione di una tantum a carico delle aziende per il ritardato rinnovo.

Dopo lunga trattativa, conclusasi alle porte delle più importanti campagne agricole stagionali, le parti hanno per altro trovato un accordo anche sull'aumento retributivo da prevedersi: è stato concordato un aumento del 2 per cento (a fronte del 4 per cento inizialmente richiesto) da applicarsi in due tranche nel 2021 e nel 2022, come segnale concreto e tangibile della considerazione che il sistema aziendale, espressione dell'importante comparto agricolo, ha della manodopera del settore, ancor più importante vista l'attuale situazione economica congiunturale.
  • Fiori
  • CIA agricoltura
Altri contenuti a tema
Cia Puglia: “Meno burocrazia, più finanziamenti alle aziende agricole” Cia Puglia: “Meno burocrazia, più finanziamenti alle aziende agricole” Chiesto incontro con Pentassuglia per fare il punto su PSR, lotta alla Xylella, sburocratizzazione, rilancio comparto
Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Diciannovemila apicoltori pugliesi chiedono interventi e sostegno, le api custodi di biodiversità
Puglia agricola, CIA denuncia: "Costi di produzione insostenibili" Puglia agricola, CIA denuncia: "Costi di produzione insostenibili" In difficoltà tutti i settori, le incognite per la stagione dell’uva e quella olivicola
Allarme cinghiali, distrutti ettari di coltivazioni, Cia Puglia: «Situazione fuori controllo» Allarme cinghiali, distrutti ettari di coltivazioni, Cia Puglia: «Situazione fuori controllo» Nell’Alta Murgia circa 4000 esemplari liberi: migliaia di euro di danni. Oggi protesta a Montecitorio
Cia Puglia e LACO contro le multinazionali dell’uva da tavola senza semi Cia Puglia e LACO contro le multinazionali dell’uva da tavola senza semi  AGCOM certifica la fondatezza delle contestazioni ma non applica la sanzione. «La battaglia è appena iniziata»
Il grido di allarme di Cia Levante: «La Murgia sta andando in fumo» Il grido di allarme di Cia Levante: «La Murgia sta andando in fumo» Diversi gli incendi registrati nel territorio. «Impegnate i percettori di reddito di cittadinanza»
Allarme caldo per frutta e verdura bruciata dal sole, a rischio i fioroni Allarme caldo per frutta e verdura bruciata dal sole, a rischio i fioroni Cresce la preoccupazione fra gli agricoltori, Cia Puglia chiede il riconoscimento dello stato di calamità
Clima torrido e persistente siccità, Cia Puglia chiede stato di calamità Clima torrido e persistente siccità, Cia Puglia chiede stato di calamità Cia agricoltori italiani della Puglia evidenzia i gravi danni all’agricoltura pugliese
© 2001-2021 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.