Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Scuola, Abbaticchio: «Ripartenza delle attività nel benessere dei minori»

Il Coordinamento dei Garanti Regionali dell’Infanzia e dell’Adolescenza scrive al Governo nazionale

Elezioni Regionali 2020
«È tempo di riconnettere la dimensione della scuola e dell'istruzione, con quella della famiglia, del lavoro e delle comunità locali, dell'ambiente e degli spazi aperti». Il Garante regionale Ludovico Abbacchio con gli altri Garanti che aderiscono al Coordinamento dei Garanti Regionali dell'Infanzia e dell'Adolescenza, ha scritto al Presidente del Consiglio, alla Ministra dell'Istruzione ed al Presidente nazionale dell'ANCI al fine di richiamare l'attenzione del Governo sul tema della delle bambine e dei bambini, degli adolescenti e delle adolescenti in questo delicato momento di "ricostruzione" successivo alla lunga fase emergenziale del Covid-19.

I Garanti ritengono necessario ripartire da una visione unitaria dell'Infanzia e dell'Adolescenza che riconnetta la dimensione della scuola e dell'istruzione, con quella della famiglia, del lavoro e delle comunità locali, dell'ambiente e degli spazi aperti. Il giusto perseguimento della tutela del diritto alla salute delle persone di minore età deve contemplare anche i diritti alla socializzazione, all'istruzione, al gioco, tutelati dalla nostra Carta Costituzionale e dalla Convenzione di New York.

Le crisi possono essere foriere di piccoli e grandi cambiamenti e questa fase può rappresentare un'occasione per ripensare coraggiosamente e responsabilmente ai nostri servizi socio-educativi e scolastici e la scuola contribuisce in maniera significativa a rafforzare nei bambini e bambine, nelle ragazze e ragazzi il senso di appartenenza alla comunità.

Si deve ripartire da un piano straordinario per l'Infanzia e l'Adolescenza che, in maniera organica, tenga conto della necessità di dedicare maggiori risorse finanziarie, umane e strumentali al mondo scolastico e agli enti locali attuatori delle politiche per la famiglia per l'Infanzia e l'Adolescenza.

Il Documento sottoscritto dal coordinamento scaturito da un appassionato confronto, evidenzia una serie di questioni nodali da affrontare. Tra le quali:
  • Esigenza di linee guida nazionali per la valorizzazione e l'efficientamento degli spazi pubblici esistenti aperti e chiusi, ripensando per il futuro le logiche di edilizia scolastica;
  • Opportunità, dal punto di vista didattico, di privilegiare, ove possibile, attività all'aperto, lezioni in spazi più ampi,
  • Necessità di riduzione del numero degli alunni per classe, promozione del lavoro in piccoli gruppi e del team working;
  • "Apprendere dall'emergenza" promuovendo nuovi approcci all'integrazione scolastica;
  • Rapidità di maggiori investimenti nell'edilizia scolastica e nella dotazione tecnologica informatica e nuove assunzioni di personale docente e non docente;
  • Un nuovo impegno per il contrasto alla povertà educativa;
  • Creazione per ogni istituto scolastico di un presidio socio-psico-pedagogico a sostegno degli alunni, delle famiglie e del personale docente e non docente;
  • Incremento degli stanziamenti economici per promuovere i percorsi formativi di Minori con disabilità.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Ritorno a scuola, il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola, il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Dall’help desk alle modalità di ingresso e uscita differenziati, dal distanziamento all’igienizzazione degli spazi
Adeguamenti anti covid, 110mila euro per le scuole di Ruvo di Puglia Adeguamenti anti covid, 110mila euro per le scuole di Ruvo di Puglia I fondi arrivano dal Ministero dell'istruzione
Gli studenti pugliesi sono da 100 e Lode, lo dice la statistica Gli studenti pugliesi sono da 100 e Lode, lo dice la statistica Brillanti agli esami di maturità dell'anno del covid
Dirigenti scolastici protestano: «Ascoltate le nostre richieste» Dirigenti scolastici protestano: «Ascoltate le nostre richieste» Sit in a Bari. Il grido disperato dei capi degli istituti scolastici della Puglia
Ripartenza scuole nell'incertezza, dirigenti scolastici domani in protesta Ripartenza scuole nell'incertezza, dirigenti scolastici domani in protesta Uil Scuola: «Dal Ministero nessuna indicazione, scuole lasciate al loro destino»
Al Comune di Ruvo 110mila euro per interventi di edilizia scolastica Al Comune di Ruvo 110mila euro per interventi di edilizia scolastica Per adeguamento di spazi e aule in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19
Anno scolastico 2020/2021, il calendario della Regione Anno scolastico 2020/2021, il calendario della Regione Ufficiale l'inizio della scuola il 24 settembre, terminerà l'11 giugno
Docenti di Religione precari, «Concorsi per tutti, tranne per noi» Docenti di Religione precari, «Concorsi per tutti, tranne per noi» Il grido di aiuto della categoria «Chiediamo stabilizzazione e di essere equiparati a tutti i docenti italiani»
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.