Michele Pinto
Michele Pinto
Eventi e cultura

Due cortometraggi sul rapporto uomo-natura, domani la proiezione

La rassegna cinematografica proporrà i lavori del regista Michele Pinto

Prosegue la rassegna cinematografica "A cena con le webseries" che sabato 20 ottobre, a partire dalle ore 19.30, presso la Tenuta Tedone Consolini di Ruvo di Puglia, proporrà la proiezione di due cortometraggi sul rapporto uomo-natura, diretti dal regista pugliese Michele Pinto: "Figli di Madre Terra" e "Mio figlio è l'albero".

"A cena con le webseries" è una rassegna cinematografica che, dal 6 ottobre al 10 novembre, propone al pubblico webserie e cortometraggi diretti dal regista ruvese, noto a livello nazionale ed internazionale nel campo della produzione cinematografica webseriale, in sei serate da lui stesso introdotte e moderate.

Affrontando temi di importante rilevanza socio-culturale, la rassegna crea un dibattito sui cambiamenti in atto nel mondo, attraverso gli occhi della rete e nasce dall'osservazione di come l'entertainment a livello globale stia mutando di continuo e a grande velocità. Contesto in cui gli infiniti scenari oggi offerti dal web 2.0 e dalle grosse piattaforme di video on demand, oltre ad alterare la modalità stessa di fruizione di un racconto filmico, arrivano a minare il ruolo, da sempre di rilievo, di mass media come il cinema e la televisione.

Sabato 20 ottobre, con la proiezione dei cortometraggi "Figli di Madre Terra" e "Mio figlio è l'albero", il fil rouge della serata sarà il rapporto fra l'uomo e la natura, in una riflessione sulla contemporaneità dell'urbanizzazione e la silenziosa minaccia al verde come bene comune.

Figli di Madre Terra
Prodotto da Morpheus Ego e Teatro delle Molliche, con il patrocinio di Unapol nazionale e Legambiente Puglia, il corto è scritto e interpretato dal coratino Francesco Martinelli e si avvale esclusivamente da artisti baresi come Libera Martignetti, Sara Matarrese, il piccolo Emanuele Karol Martinelli e la partecipazione straordinaria di Alberto Rubini.

Girato in Salento, nelle aree più colpite dalla Xylella, partendo dai fatti di cronaca, il progetto rappresenta un percorso di ricerca e analisi e nasce dalla ferrea volontà di dare un contributo artistico di sensibilizzazione su quello che rappresenta un problema, non geolocalizzato, che affligge duramente i secolari e maestosi testimoni della storia della nostra terra.

Con pochi dialoghi, prettamente di ausilio alla comprensione della storia, "Figli di Madre Terra" tocca i temi dell'amore e del dolore rappresentati in maniera iconografica, della problematica comunicazione generazionale, del dialogo con la sfera religiosa e della speranza nel cambiamento.

Proiettato anche a Viterbo in apertura del convegno del CNO (Consorzio Nazionale degli Olivicoltori), il cortometraggio ha ricevuto un riconoscimento per aver interpretato e fotografato, con straordinaria efficacia e passione, i sentimenti e le angosce degli Olivicoltori Pugliesi per un problema che mina la loro stabilità e sicurezza, ufficializzato dalla consegna delle targhe a Pinto e Martinelli dalle mani del Sottosegretario alle Politiche Agricole, Alessandra Pesce.

Selezionato all'OFF_Ortometraggi Film Festival e inserito nel progetto culturale multidisciplinare Landxcape promosso dalla Regione Puglia, è attualmente nella selezione ufficiale del Foggia Film Festival 2018. Ha vinto sei premi ai Rome Web Awards 2018, gli Oscar italiani del Web, per la sezione Social: Miglior poster di Danilo Macina (Corato), Miglior attore non protagonista Alberto Rubini (Grumo Appula), Miglior fotografia, Miglior attrice protagonista Sara Matarrese (Andria), Miglior opera Social, Miglior Italian Creation.

Mio figlio è l'albero
Diretto da Michele Pinto, scritto e interpretato da Francesco Martinelli, è stato presentato in anteprima nazionale dalla giornalista Livia Azzariti, in occasione della Mostra di Arte Contemporanea intitolata "Fratello Ambiente, Sorella Arte", organizzata dalla casa editrice Secop di Corato e ospitata nel 2008 presso Castel Sant'Angelo a Roma. Qui, è stato poi proiettato per due mesi in heavy rotation e visto da migliaia di visitatori che hanno potuto apprezzarne la peculiarità poetica: "Mio figlio è l'albero" è totalmente privo di dialoghi e affida la narrazione alle sole immagini.

Girato fra Corato, Bari, Termoli, Roma e Milano, il corto è una favola di speranza e di sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile e all'attenzione nei confronti dell'ambiente e narra l'odissea di un uomo visionario in cerca di un futuro per il proprio figlio, un piccolo alberello la cui stessa esistenza è minacciata dalla forsennata cementificazione delle aree verdi.
  • Michele Pinto
Altri contenuti a tema
Per gli Asia Web Awards la miglior regia è made in Ruvo di Puglia Per gli Asia Web Awards la miglior regia è made in Ruvo di Puglia Il festival cinematrografico d’Oriente decreta il ruvese Michele Pinto miglior regista internazionale
Michele Pinto porta la Puglia a Sant'Antioco Michele Pinto porta la Puglia a Sant'Antioco Proiezione speciale per la webserie del regista pugliese alla 14^ edizione del festival del cortometraggio mediterraneo
A cena con le webserie: a grande richiesta “In Vino Veritas A cena con le webserie: a grande richiesta “In Vino Veritas Appuntamento per domani alle ore 20
"A cena con le webseries", sabato il secondo appuntamento "A cena con le webseries", sabato il secondo appuntamento Sarà proiettato il cortometraggio di sensibilizzazione sulle conseguenze devastanti del batterio killer della Xylella fastidiosa in Puglia “Figli di Madre Terra”
“Project M” conquista il Premio “Miglior fantasy/fantascienza” al Tuscany Web Fest “Project M” conquista il Premio “Miglior fantasy/fantascienza” al Tuscany Web Fest Il progetto filmico diretto da Michele Pinto, scritto da Francesco Tammacco, premiata a livello internazionale è anche in concorso per il Premio David di Donatello 2019
Cinema e vino di Ruvo di Puglia al Wendie Webfest di Amburgo Cinema e vino di Ruvo di Puglia al Wendie Webfest di Amburgo Due eccellenze del nostro territorio rappresenteranno la Puglia
"In Vino Veritas" fa tappa a Corato "In Vino Veritas" fa tappa a Corato La web serie di Michele Pinto presentata presso il Corato Open Space
Ancora un riconoscimento per Michele Pinto e il suo "In vino veritas" Ancora un riconoscimento per Michele Pinto e il suo "In vino veritas" La nuova opera filmica del regista ruvese premiata al Sicily Web Fest
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.