Altra Murgia
Altra Murgia
Territorio

In marcia per "L'Altra Murgia"

L'appello di Rifondazione Comunista - Potere al Popolo

Rifondazione Comunista/Potere al Popolo parteciperà alla marcia di domenica prossima (partenza dalla stazione FNB di Ruvo alle 9.30 e arrivo al Bosco Patanella per le ore 12.30) e lancia un appello alla partecipazione ad organizzazioni e singoli cittadini.

La Murgia nel pensiero moderno dominante continua ad essere uno spazio vuoto da modificare e riempire.

In base a questa logica da sempre subisce lo stesso processo, dall'epoca del feudo prima, del latifondo poi, fino ad oggi: prima la si spreme nelle terre più fertili con lavoro intensivo e manodopera a basso costo, poi si lascia alla pastorizia e alla cerealicoltura estensiva quel che rimane, infine si tritura e si spietra la roccia calcarea per dare spazio alle coltivazioni di grano duro, alterando così in modo irreversibile la capacità di assorbimento dell'acqua e il paesaggio stesso, trasformandolo in un deserto dietro casa. Deserto che poi può prestarsi a diversi "nobili" utilizzi.

Arrivarono infatti i militari: prima i missili NATO negli anni '50 per via della guerra fredda, poi gli anni '80 con le esercitazioni in funzione dei conflitti in Medio Oriente. Carri armati, artiglieria pesante, mezzi corazzati hanno violato per trent'anni la Murgia, opprimendo popolazione e attività produttive e aggredendo in maniera indelebile un territorio molto delicato.
Ma ecco che la società civile fece sentire la propria voce: sindacati, partiti, associazioni e Chiesa (Antonio Bello, non le gerarchie) organizzarono petizioni, manifestazioni e storiche marce dal 1985 al 2005, mobilitando migliaia di persone.

Oggi abbiamo il Parco Nazionale e abbiamo la responsabilità di non farlo diventare una scatola vuota o un cartellone turistico solo di facciata. Nel corso degli anni abbiamo assistito a nette prese di posizione da parte dell'Ente Parco, pochissime dalla politica locale. E questo è naturale: o ci si accorge dell'incompatibilità dei carri armati con l'agriturismo, il turismo e la sopravvivenza di flora e fauna a rischio o si votano a Roma senza vergogna i bilanci della Difesa, l'aumento delle spese militari dettato dalla NATO, le privatizzazioni delle terre pubbliche e i piani miliardari per gli F35.

Oggi il 30% circa del territorio del Parco è destinato ai poligoni militari. Il poligono che interessa i territori di Ruvo e Corato, "Torre di Nebbia", racchiude un territorio dall'alto valore architettonico e paesaggistico (boschi, pascoli e campi di cereali) abitato da fauna selvatica e specie vegetali protette. Qui nidificano il nibbio reale e il falco grillaio, che con gli spari fuggono via, mentre rettili, anfibi e vegetazione patiscono sotto carri armati e mezzi pesanti. Alcuni anni fa dati allarmanti nelle cittadine limitrofe hanno dimostrato la cancerogenicità di nano particelle rilasciate dalle esplosioni che hanno inquinato suolo e falde acquifere, arrivando attraverso acqua, cibo e aria, nei tessuti umani.

Per questo Rifondazione Comunista-Potere al Popolo aderisce alla marcia del 6 maggio e invita i comitati, i singoli cittadini, le associazioni a denunciare come fatto in passato, riponendo al centro della discussione politica la denaturazione di cui il Parco è ancora vittima, tra poligoni militari, spietramento, cave e abbandono dei rifiuti.

Un territorio duro e aspro, che lascia spazio solo al vento e al silenzio, ma che in quel vento ha visto tracciare sentieri dalle parole e azioni di profeti che hanno gridato nel deserto. Sentieri di umanità e libertà calpestati da Tonino Bello, Dino Frisullo, Tommaso Fiore, Rocco Scotellaro. Noi vogliamo ripercorrere queste strade, ripartire da qui perché questa è la nostra eredità migliore.
  • Rifondazione comunista
  • murgia
Altri contenuti a tema
«Buonisti anche a Natale», Rifondazione avvia una raccolta di beni «Buonisti anche a Natale», Rifondazione avvia una raccolta di beni La nota del partito della Rifondazione Comunista in cui si annuncia l'iniziativa
Disastro agricoltura, PRC: «I comuni scendano in campo contro mercati e cambiamento climatico» Disastro agricoltura, PRC: «I comuni scendano in campo contro mercati e cambiamento climatico» Una nota della sezione di Ruvo di Puglia del Partito della Rifondazione Comunista
1 Sale comunali gratuite e spazi studio, Rifondazione: «A Ruvo a che punto siamo?» Sale comunali gratuite e spazi studio, Rifondazione: «A Ruvo a che punto siamo?» «Chiediamo quindi che si modifichino i regolamenti e si agevoli l’uso degli spazi pubblici a favore di tutti»
Rifondazione Ruvo scrive al sindaco: «Vietare spazi pubblici a chi si ispira al fascismo» Rifondazione Ruvo scrive al sindaco: «Vietare spazi pubblici a chi si ispira al fascismo» La nota stampa del circolo locale di Rifondazione Comunista
Tratta ferroviaria Ruvo - Corato, Rifondazione: «I sindaci convochino un comitato degli utenti» Tratta ferroviaria Ruvo - Corato, Rifondazione: «I sindaci convochino un comitato degli utenti» La proposta del circolo ruvese di Rifondazione Comunista
Ezel Alcu, la rifugiata politica ospite a Ruvo di Puglia di Rifondazione Comunista Ezel Alcu, la rifugiata politica ospite a Ruvo di Puglia di Rifondazione Comunista Ezel Alcu è una militante curda che da nove anni vive in Val Susa come rifugiata politica
Sfruttamento sul lavoro, Rifondazione scende in piazza a Ruvo di Puglia Sfruttamento sul lavoro, Rifondazione scende in piazza a Ruvo di Puglia La nota del circolo ruvese di PRC
Art_Estate, una giornata dedicata alla Cultura e alla Murgia Art_Estate, una giornata dedicata alla Cultura e alla Murgia Itt aps e Presidi del Libro per un viaggio tra immagini, parole, arte e suoni
© 2001-2018 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.