luca mazzone
luca mazzone
Sport

Luca Mazzone ai Giochi Paralimpici, "Sport ed elogio dell’antifragilità"

La riflessione di Salvatore Sparapano a conclusione di Tokyo 2020

A conclusione dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e del successo riscosso dagli atleti italiani, una riflessione di Salvatore Sparapano, PT, Scienze e tecniche dello Sport, nell'editoriale del 13 agosto per Luce e Vita, il periodico diocesano.

Qualche settimana fa i Campionati Europei ci hanno fatto sognare nelle notti magiche di luglio, poi le Olimpiadi di Tokyo ci hanno regalato pomeriggi dorati mai visti prima.

Tutta questa bellezza porta a chiedersi: quando tra qualche giorno giungerà quel momento in cui, come alla fine di una festa, le luci dei riflettori si spegneranno e la musica si abbasserà, cosa rimarrà dell'entusiasmo generato da queste storiche imprese? Solo qualche fragile ricordo nella memoria dei più appassionati?
O forse lo sport ha in sè un messaggio altro, che può aiutare l'uomo e la società a tendere verso l'alto?

Agli occhi dei più superficiali, persone che corrono dietro un pallone o che eseguono degli esercizi fisici non avrebbero nulla da insegnare. Tuttavia, se si guarda più a fondo il cammino di preparazione e la performance degli atleti, lo sport è in grado di trasmettere molteplici messaggi.

Mai come questa volta, le imprese atletiche che hanno fatto e continuano a far gioire gli Italiani in questa estate, ci hanno insegnato, attraverso i loro interpreti, la bellezza di riconoscersi fragili per essere antifragili.

Ma cosa significa essere antifragile?
Il principio di Antifragilità è stato definito da Nassim Nicholas Taleb in Il Cigno Nero come la capacità di alcuni sistemi di subire gli eventi traumatici, farli propri e utilizzarli per migliorarsi. È una capacità fondamentale che, negli ultimi anni, è stata presa in considerazione dagli esperti di diversi settori poiché ritenuta utile a fronteggiare le complessità di una società in continua evoluzione.

Il goal subito dalla Nazionale a tre minuti dall'inizio della gara, l'infortunio di Gianmarco Tamberi al tendine d'Achille, l'abbandono paterno vissuto da Marcell Jacobs, la mancata qualificazione di Filippo Tortu alla finale dei 100 m… sono esempi di eventi traumatici ai quali è seguita una risposta antifragile che, con fatica, ha portato alla vittoria.

Tuttavia, l'esempio più lampante di questa capacità lo avremo a partire dal 24 Agosto, quando atleti paralimpici come il nostro Luca Mazzone, scenderanno in campo dando prova di cosa significhi essere antifragili.

Quando il 5 Settembre vedremo chiudersi anche i XVI Giochi Paralimpici, ricordiamoci che la fragilità non è un peso, ma l'occasione di essere la versione migliori di noi stessi.
  • Sport
  • luca mazzone
Altri contenuti a tema
Impianti sportivi comunali: c'è l'avviso per la concessione Impianti sportivi comunali: c'è l'avviso per la concessione C'è tempo fino al prossimo 2 agosto per presentare domanda
Italia- Albania: per l'occasione un maxi-schermo in piazza Matteotti Italia- Albania: per l'occasione un maxi-schermo in piazza Matteotti Appuntamento alle ore 20:45 per l'inizio della partita
Vent'anni d'argento: Ruvo di Puglia celebra il "Baso" e l'arte dello sport Vent'anni d'argento: Ruvo di Puglia celebra il "Baso" e l'arte dello sport Un evento che ha unito sport, arte e comunità
Oggi a Ruvo di Puglia si terrà la sfilata dello sport Oggi a Ruvo di Puglia si terrà la sfilata dello sport Raduno in piazza Matteotti con partenza alle ore 16:00
Olympia Grifo d’oro al Trofeo Campania 2024 di ju jitsu Olympia Grifo d’oro al Trofeo Campania 2024 di ju jitsu L'evento sportivo si è tenuto lo scorso 3 marzo al Palasport di Casoria
Olympia Grifo di Ruvo di Puglia ai vertici del ju jitsu italiano Olympia Grifo di Ruvo di Puglia ai vertici del ju jitsu italiano Al Campionato dello scorso weekend hanno partecipato oltre 600 atleti e 40 società
L'Olympia Grifo di Ruvo protagonista all’Open d’Italia di ju jitsu L'Olympia Grifo di Ruvo protagonista all’Open d’Italia di ju jitsu Nella specialità del "Ne Waza" Marco Fiore conquista la medaglia d’oro
Mondiali di paraciclismo: il ruvese d'adozione Luca Mazzone è sul podio nella crono H2 Mondiali di paraciclismo: il ruvese d'adozione Luca Mazzone è sul podio nella crono H2 Continua l'incetta di medaglie per l'handbiker classe 1971
© 2001-2024 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.