Bomba
Bomba
Cronaca

Attentato al carabiniere, Procura apre inchiesta

Si scava nell'attività professionale del militare

La Procura della Repubblica di Trani ha aperto una inchiesta a carico di ignoti in merito all'attentato dinamitardo che la notte scorsa ha letteralmente fatto saltare in aria la Fiat 16 di un vice brigadiere dei carabinieri in servizio presso la Compagnia di Andria.

Il reato ipotizzato è quello di detenzione illegale di esplosivo. La pista che gli inquirenti stanno seguendo per ricostruire la vicenda è quella legata all'attività professionale del militare, impegnato nella lotta alla criminalità organizzata. Si parte, dunque, scavando nelle indagini condotte dal carabiniere cercando di capire se vi sia un nesso con gli altri attentati verificatisi in breve tempo sempre ai danni di militari in servizio alla compagnia di Andria.

Quanto accaduto a Ruvo di Puglia nella notte tra il 10 e l'11 febbraio richiama alla mente l'atto dinamitardo che fece saltare in aria l'automobile della moglie di un carabiniere a Corato, nel dicembre del 2018. Anche in quel caso fu usato un potente esplosivo. L'avvertimento era chiaro.

Intanto circola un filmato, girato poco tempo dopo l'attentato, che racconta in maniera evidente i danni provocati dalla deflagrazione. Porte, vetri, persino il citofono divelto dallo scoppio di una bomba per la quale è stato utilizzato quasi mezzo chilo di tritolo. Chi ha agito voleva lanciare un evidente segnale. Solo per una fortunata coincidenza lo scoppio della bomba non ha provocato vittime o feriti.
  • procura di trani
Altri contenuti a tema
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
Inchiesta magistrati: Savasta non risponde al gip, Nardi e Di Chiaro respingono le accuse Inchiesta magistrati: Savasta non risponde al gip, Nardi e Di Chiaro respingono le accuse L'avvocato Tandoi al Tg3: «Di Chiaro ha accettato di rispondere»
3 Corruzione, arresti eccellenti. In manette due magistrati e un ispettore di polizia in servizio a Corato Corruzione, arresti eccellenti. In manette due magistrati e un ispettore di polizia in servizio a Corato Coinvolti anche due avvocati e un imprenditore
Gara per l'affidamento dei cani, due condanne per estorsione aggravata Gara per l'affidamento dei cani, due condanne per estorsione aggravata Le persone coinvolte sono rappresentanti della Lega nazionale per la difesa del cane
Morì di parto, assolti due medici Morì di parto, assolti due medici Assolti per non aver commesso il fatto i due medici dell'ospedale di Corato
Scontro treni sulla Andria-Corato: a sbagliare non furono solo i capistazione Scontro treni sulla Andria-Corato: a sbagliare non furono solo i capistazione La procura di Trani fa il punto sulle indagini in corso
Antonio Di Maio nuovo procuratore capo di Trani Antonio Di Maio nuovo procuratore capo di Trani Il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha ratificato la proposta, presto l’insediamento
Gestione piscina comunale, rinviati a giudizio responsabili di due società Gestione piscina comunale, rinviati a giudizio responsabili di due società Coinvolto anche il direttore tecnico dell'Adriatika Nuoto
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.