Cerimonia di intiolazione dell'aula bunker del carcere di Trani all'appuntato ruvese Lorusso
Cerimonia di intiolazione dell'aula bunker del carcere di Trani all'appuntato ruvese Lorusso
Attualità

Aula bunker di Trani intitolata al ruvese Antonio Lorusso

Il sindaco Chieco: «La mia presenza in questa cerimonia dà continuità al riconoscimento che gli abbiamo già tributato nella nostra città»

L'aula bunker presso il carcere maschile di Trani è stata intitolata a Antonio Lorusso, appuntato ruvese del disciolto Corpo degli Agenti di custodia. La cerimonia si è tenuta questa mattina in occasione del 51esimo anniversario del suo barbaro omicidio avvenuto il 5 maggio 1971 a Palermo, in un'attentato di origine mafiosa che vide l'assassinio anche del Procuratore della Repubblica di Palermo Pietro Scaglione.

Alle 11 del 5 maggio 1971, in via dei Cipressi, il procuratore ed il suo autista e stretto collaboratore Lorusso venivano uccisi dalla criminalità organizzata. A distanza di 51 anni da quel tragico momento, e dopo un recente intervento di robusta ristrutturazione durato quasi due anni, l'aula bunker di Trani viene restituita alla comunità e agli Uffici giudiziari.

Presenti alla cerimonia Salvatore Lorusso, figlio di Antonio, e il sindaco Pasquale Chieco. «La mia presenza a questo evento oggi è molto importante. Ci tenevo molto a rappresentare la mia città perché Antonio Lorusso è un cittadino ruvese che ci dà onore ed è un motivo di orgoglio annoverarlo tra le persone che hanno avuto nascita nella nostra città». Il sindaco di Ruvo, Pasquale Chieco, commenta così a RuvoViva, l'intitolazione di un'aula bunker a Antonio Lorusso, agente penitenziaro ucciso a Palermo durante il servizio.

«Lorusso ha lasciato la vita a Palermo in occasione di un attentato per mano mafiosa» ricorda Chieco «la mia presenza in questa cerimonia dà continuità al riconoscimento che abbiamo già tributato a Ruvo di Puglia intitolando una strada a Antonio Lorusso. In una delle "Giornate della Memoria" organizzate da Libera prima della pandemia, i nostri studenti portarono in piazza uno striscione dedicato proprio a Lorusso. E' bello sapere che i nostri studenti conoscono la vicenda di quest'uomo, il suo valore, il coraggio e l'esempio che ha dato a tutti loro e a tutti noi».

Invitati all'evento anche il sottosegretario alla Giustizia, Francesco Paolo Sisto, il capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Carlo Renoldi, il presidente del Tribunale, Antonio De Luce, il procuratore di Trani, Renato Nitti, il direttore degli istituti penali, Giuseppe Altomare, il comandante del reparto di Polizia penitenziaria, Felice Nazareno de Pinto.

in collaborazione con Lucia De Mari
  • Antonio Lorusso
Altri contenuti a tema
«A Ruvo c'è una strada...» «A Ruvo c'è una strada...» Il Sindaco Chieco ricorda Antonio Lorusso in occasione della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia
Una targa per ricordare Antonio Lorusso. Chieco: "La memoria è impegno" Una targa per ricordare Antonio Lorusso. Chieco: "La memoria è impegno" Ruvo nel ricordo dell'agente di custodia vittima di mafia, ucciso a Palermo
Ruvo di Puglia ricorda Antonio Lorusso, carabiniere vittima di mafia Ruvo di Puglia ricorda Antonio Lorusso, carabiniere vittima di mafia Una targa in pietra in onore del concittadino ucciso nel 1971
Alla memoria di Antonino Lorusso una strada di Ruvo di Puglia Alla memoria di Antonino Lorusso una strada di Ruvo di Puglia L'agente fu ammazzato dalla mafia nel 1971
Poliziotto ruvese ucciso dalla Mafia, Chieco: «Dedicheremo a lui un luogo del nostro paese» Poliziotto ruvese ucciso dalla Mafia, Chieco: «Dedicheremo a lui un luogo del nostro paese» L'annuncio del primo cittadino attraverso il social network
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.