raccolta olive agricoltura
raccolta olive agricoltura
Attualità

Cia Puglia: “Meno burocrazia, più finanziamenti alle aziende agricole”

Chiesto incontro con Pentassuglia per fare il punto su PSR, lotta alla Xylella, sburocratizzazione, rilancio comparto

Meno burocrazia per favorire i finanziamenti alle aziende. Per CIA Agricoltori Italiani della Puglia, c'è ancora da lavorare per eliminare gli ostacoli che persistono e rallentano il pieno rilancio dell'agricoltura pugliese. A cominciare dalla semplificazione delle contorte procedure burocratiche che fanno sì che molte aziende agricole non riescano agevolmente a ottenere i finanziamenti previsti, finendo, dunque, con il rinunciarvi.

Sono queste le motivazioni che hanno spinto CIA Agricoltori Italiani della Puglia a inviare una lettera all'assessore regionale all'Agricoltura Donato Pentassuglia per chiedere un incontro urgente, al fine di conoscere le iniziative che la Regione Puglia intende intraprendere in favore del settore e fare il punto della situazione sull'attuazione del Piano di Sviluppo Rurale.

Nel testo della missiva, a firma del presidente Raffaele Carrabba, si dà atto all'amministrazione regionale di aver intrapreso la direzione indicata più volte da CIA Agricoltori Italiani della Puglia, che vede tra le priorità di intervento lo sblocco di tutte le misure del Psr, la lotta alla Xylella, il rilancio dei vari comparti produttivi, la sburocratizzazione, un miglior accesso ai fondi comunitari e alle misure per la tutela degli agricoltori e del territorio: "Il lavoro compiuto in questi mesi dall'amministrazione regionale punta ad aiutare le imprese agricole che, negli ultimi anni, hanno dovuto far fronte a costi aumentati a dismisura, insieme a rischi e incognite. Il recupero di 86 milioni di euro relativi al Psr Puglia è stato, senza ombra di dubbio, un grande risultato. Persistono tuttavia ancora tante criticità che impediscono il pieno rilancio dell'agricoltura pugliese. I prossimi mesi saranno decisivi per la valorizzazione del comparto primario del nostro territorio e noi siamo disposti a fare la nostra parte".
  • CIA agricoltura
Altri contenuti a tema
Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Diciannovemila apicoltori pugliesi chiedono interventi e sostegno, le api custodi di biodiversità
Puglia agricola, CIA denuncia: "Costi di produzione insostenibili" Puglia agricola, CIA denuncia: "Costi di produzione insostenibili" In difficoltà tutti i settori, le incognite per la stagione dell’uva e quella olivicola
Florovivaismo, rinnovato il contratto degli operai. Cia: «Garantire dignità del lavoro» Florovivaismo, rinnovato il contratto degli operai. Cia: «Garantire dignità del lavoro» Soddisfazione delle organizzazioni Agricole Bari-Bat
Allarme cinghiali, distrutti ettari di coltivazioni, Cia Puglia: «Situazione fuori controllo» Allarme cinghiali, distrutti ettari di coltivazioni, Cia Puglia: «Situazione fuori controllo» Nell’Alta Murgia circa 4000 esemplari liberi: migliaia di euro di danni. Oggi protesta a Montecitorio
Cia Puglia e LACO contro le multinazionali dell’uva da tavola senza semi Cia Puglia e LACO contro le multinazionali dell’uva da tavola senza semi  AGCOM certifica la fondatezza delle contestazioni ma non applica la sanzione. «La battaglia è appena iniziata»
Il grido di allarme di Cia Levante: «La Murgia sta andando in fumo» Il grido di allarme di Cia Levante: «La Murgia sta andando in fumo» Diversi gli incendi registrati nel territorio. «Impegnate i percettori di reddito di cittadinanza»
Allarme caldo per frutta e verdura bruciata dal sole, a rischio i fioroni Allarme caldo per frutta e verdura bruciata dal sole, a rischio i fioroni Cresce la preoccupazione fra gli agricoltori, Cia Puglia chiede il riconoscimento dello stato di calamità
Clima torrido e persistente siccità, Cia Puglia chiede stato di calamità Clima torrido e persistente siccità, Cia Puglia chiede stato di calamità Cia agricoltori italiani della Puglia evidenzia i gravi danni all’agricoltura pugliese
© 2001-2021 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.