Sanità
Sanità
Attualità

La Puglia favorisce la permanenza dei medici specializzati nel servizio sanitario pugliese

Approvata all'unanimità legge regionale, Caracciolo: «Garantirà miglioramento nel funzionamento del ssl»

Il Consiglio regionale pugliese ha votato all'unanimità la legge regionale che favorisce la permanenza nel servizio sanitario pugliese dei medici specializzati con fondi regionali presso le scuole di formazione delle Università di Bari e di Foggia. L'iniziativa legislativa, approvata con il sì unanime già in commissione sanità è nata da una proposta del gruppo PD, primo firmatario il capogruppo Caracciolo. La legge è stata dichiarata urgente.

«L'emergenza Covid ha reso manifesto l'impatto della carenza del personale sanitario sulla salute dei cittadini. Pertanto è fondamentale disciplinare le modalità di finanziamento della formazione specialistica dei medici, nella quota finanziata dalla Regione in aggiunta ai posti statali con ulteriori posti nelle Scuole di specializzazione afferenti alle Scuole di medicina e chirurgia delle Università pugliesi, al fine di colmare il divario fra fabbisogno regionale e numero di posti statali, favorendo così la permanenza di professionisti formati nelle strutture e negli enti del Servizio sanitario regionale. Si tratta di un modello consolidato non solamente in Puglia, ma anche in altre regioni - spiega Caracciolo – Questo atto di ammodernamento formativo garantirà un miglioramento nel funzionamento del sistema sanitario locale, duramente provato dalla pandemia. Si tratta di un importante investimento nelle future risorse umane, che eviterà fughe di cervelli dalla nostra regione».

Il medico in formazione specialistica assegnatario del contratto aggiuntivo a finanziamento regionale si impegnerà ad accettare e svolgere servizio per aziende o enti del sistema sanitario pugliese, anche come convenzionato, per un periodo complessivo di tre anni.

La legge approvata ha esclusivamente carattere regolatorio delle modalità di attribuzione dei finanziamenti regionali già esistenti. Fa salve le norme statali in materia di formazione specialistica dei medici e non comporta oneri finanziari aggiuntivi per la Regione. Si vuole valorizzare e impegnare al servizio della sanità pugliese la professionalità dei neo laureati che hanno accesso alla specializzazione grazie ad uno dei contratti aggiuntivi finanziati con risorse regionali e con i quali si cerca di colmare il divario tra il fabbisogno regionale effettivo e i posti assegnati e finanziati dallo Stato.

Con un emendamento del presidente del gruppo consiliare FdI Ignazio Zullo è stata rafforzato l'impegno di favorire il conseguimento degli obiettivi dell'iniziativa legislativa, con la previsione di borse di studio finanziate dalla Regione.

Sono mediamente 5mila i contratti riconosciuti dal MIUR in Italia, a fronte di un'esigenza di 8-9mila posti. Trenta nell'anno accademico 2019-20 i contratti aggiuntivi di formazione specialistica a carico della Regione Puglia. L'articolato ribadisce requisiti e condizioni in base ai quali i posti finanziati dalla Regione Puglia sono assegnati agli aventi titolo.
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Approvato il primo farmaco per l’Alzheimer. La Puglia nel team di ricerca Approvato il primo farmaco per l’Alzheimer. La Puglia nel team di ricerca Tra i centri sperimentali, l'equipe del Centro Malattie Neurodegenerative di Tricase diretta dal prof. barese Giancarlo Logroscino
Al via dal 1 giugno il progetto Covid@casa per la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Al via dal 1 giugno il progetto Covid@casa per la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Il progetto si avvia con l'assunzione dei primi 28 fisioterapisti dei 104 previsti
Sanità, riprende l'attività ospedaliera ordinaria con recupero liste d’attesa Sanità, riprende l'attività ospedaliera ordinaria con recupero liste d’attesa Montanaro: «Dobbiamo tornare a rispondere al bisogno di salute generale»
Covid, il Governo autorizza le visite nelle Rsa. Ecco come Covid, il Governo autorizza le visite nelle Rsa. Ecco come Il ministro Speranza: «Segnale importante per tutta l'Italia»
Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva, approvata proposta di legge Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva, approvata proposta di legge La discussione in Commissione Sanità della Puglia
Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Con provvedimento di Giunta resteranno validi fino al 30 aprile
Il personale sanitario italiano candidato al Nobel per la Pace Il personale sanitario italiano candidato al Nobel per la Pace La nota della consigliera Laricchia: “Un premio al coraggio e al sacrificio di medici e infermieri”
Stop ai ricoveri in Puglia, possibili solo le urgenze Stop ai ricoveri in Puglia, possibili solo le urgenze La decisione presa: In considerazione dell'ulteriore evoluzione della situazione di criticità legata al Sars Cov-2
© 2001-2021 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.