frane
frane
Attualità

Maltempo, anche in Puglia rischio frane

Coldiretti Puglia: E’ a rischio pericolosità frana il 9% del territorio in Puglia

E' a rischio pericolosità frana il 9% del territorio in Puglia, dove negli ultimi 50 anni è scomparso quasi 1 terreno agricolo su 3 (-30%) a causa dell'abbandono e della cementificazione che hanno ridotto la capacità di assorbimento della pioggia e messo a rischio l'ambiente e la sicurezza dei cittadini con frane ed alluvioni. E' quanto denuncia la Coldiretti Puglia, in riferimento all'ultima ondata di maltempo, sulla base dei dati Ispra che in Puglia, su una superficie di 19.541 kmq, registrano un'area a pericolosità frana pari al 9%, di cui il 3,1% ad elevata e molto elevata pericolosità.

Oltre l'89% dei comuni pugliesi è a rischio frane, smottamenti e dissesto idrogeologico con la tropicalizzazione del clima caratterizzata da veneti estremi e controversi che aggravano lo stato di salute di un territorio già molto fragile per la cementificazione l'abbandono. Sono 230 su 257 i comuni pugliesi a rischio di dissesto idrogeologico e a pagarne i costi – segnala Coldiretti Puglia – oltre ai cittadini residenti soprattutto nelle aree rurali, sono proprio le 11.692 imprese che operano su quei territori. Il rischio idrogeologico, con differente pericolosità idraulica e geomorfologica, riguarda – rileva Coldiretti Puglia – il 100% dei comuni della BAT, il 95% dei territori di Brindisi e Foggia, il 90% dei comuni della provincia di Bari e l'81% dei comuni leccesi e sono 8.098 i cittadini pugliesi esposti a frane e 119.034 quelli esposti ad alluvioni.

Il rischio idrogeologico riguarda contesti prevalentemente agricoli o naturali per il 67% perché in Puglia la terra frana e si consuma anche a causa dell'abbandono delle aree rurali per fattori diversi – insiste Coldiretti Puglia - a cui si aggiungono fenomeni meteorologici sempre più intensi, concentrati in poche ore e su aree circoscritte, con alluvioni e danni anche in aree non eccessivamente antropizzate. La salvaguardia del suolo, dell'ambiente e delle produzioni agricole e agroalimentari è fondamentale per garantire un avvenire alle future generazioni.

Per proteggere la terra e i cittadini che vi vivono, l'Italia deve difendere il patrimonio agricolo e la disponibilità di terra fertile puntando a una forma di sovranità alimentare che crei le condizioni perché il Paese diventi autosufficiente nella produzione di cibo, conclude Coldiretti nel sottolineare che occorre anche accelerare sull'approvazione della legge sul consumo di suolo che giace da anni in Parlamento e che potrebbe dotare l'Italia di uno strumento all'avanguardia per la protezione del suo territorio.
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Maltempo, per Coldiretti a rischio le campagna Maltempo, per Coldiretti a rischio le campagna A causa di violenti alluvioni e nubifragi cresce il rischio di allagamenti con frane, smottamenti e dissesto idrogeologico
Commercio Estero: exploit Vino (+9%), Olio (+33%) e Pasta (+43%) Commercio Estero: exploit Vino (+9%), Olio (+33%) e Pasta (+43%) Coldiretti Puglia: Prodotti simbolo dieta mediterranea apprezzati anche fuori dall'Italia
Ok al riconoscimento Igp della cicoria puntarelle molfettese, ortaggio tradizionale anche di Ruvo di Puglia Ok al riconoscimento Igp della cicoria puntarelle molfettese, ortaggio tradizionale anche di Ruvo di Puglia La zona di produzione della “Cicoria puntarelle molfettese” I.G.P. è focalizzata nei terreni dell’agro di Bisceglie, Bitonto, Giovinazzo, Molfetta, Terlizzi e Ruvo di Puglia
Dieta, Coldiretti Puglia: Guerra alla bilancia post feste Dieta, Coldiretti Puglia: Guerra alla bilancia post feste Scegliere il cibo giusto anche per fronteggiare l’influenza che ha già portato oltre 300mila pugliesi negli ambulatori
Inflazione, stangata a tavola per i pugliesi Inflazione, stangata a tavola per i pugliesi Coldiretti esprime preoccupazione
A Capodanno le lenticchie su 8 tavole su 10 A Capodanno le lenticchie su 8 tavole su 10 I risultati di una indagine Coldiretti
Caro prezzi, otto pugliesi su dieci tagliano la spesa Caro prezzi, otto pugliesi su dieci tagliano la spesa Cala la quantità di frutta e verdura acquistate
Caro bollette, al via i sostegni per tenere accese le serre Caro bollette, al via i sostegni per tenere accese le serre Coldiretti: «Rincari costano +95%»
© 2001-2023 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.