Mobilitazione in piazza Rifondazione Comunista
Mobilitazione in piazza Rifondazione Comunista
Politica

Rifondazione Comunista in piazza contro caro bollette e Legge Fornero

Mobilitazione e raccolta firme: tutte le richieste del circolo ruvese

Il circolo ruvese di Rifondazione Comunista si mobilita nell'ambito della campagna contro gli aumenti delle bollette e il ripristino della legge Fornero avviata nello scorso dicembre. Carovita che colpisce in modo durissimo i ceti popolari e i lavoratori italiani già stremati da salari e pensioni tra i più bassi d'Europa, spesso da fame, precarietà diffusissima e disoccupazione.

Vogliamo dire basta a una rapina sistematica su salari e pensioni che oggi si avvale di un'inflazione al 4,8% per cento per scaricare sui lavoratori gli effetti nefasti delle liberalizzazione e della speculazione sui prezzi. Vogliono farci credere che gli aumenti delle bollette derivano dalla transizione ecologica, in realtà siamo di fronte al fallimento della liberalizzazione e della privatizzazione del settore energetico.

Ci mobilitiamo per pretendere che il governo intervenga immediatamente contro il caro bollette – bloccando gli aumenti come in Francia e in Spagna; tagliando i profitti delle grandi aziende che distribuiscono e vendono il gas e l'energia elettrica; colpendo la speculazione finanziaria sui meccanismi di formazione dei prezzi di gas ed elettricità; eliminando oneri di sistema obsoleti, dare finalmente un taglio ad accise, addizionali regionali e iva, tasse pagate in prevalenza dai ceti popolari.

Ci sono 5 milioni di lavoratrici e lavoratori che hanno stipendi mensili sotto i mille euro e centinaia di migliaia di partite iva hanno dovuto cessare l' attività. Nel nostro martoriato paese ben il 27% della popolazione è a rischio povertà. La situazione per le famiglie a basso reddito è molto più grave di come viene dipinta dalle statistiche per la concomitanza di due fattori. Il primo è che tanto più basso è il reddito, tanto più assorbente diventa la quota di salario destinata all'acquisto dei beni di prima necessità e a pagare le bollette, arrivando in molti casi ad assorbirlo tutto. In secondo luogo perché sono proprio questi beni di sussistenza ad aver subito insieme alle bollette aumenti esorbitanti. Altro che 4,8%! Generi di base indispensabili come l'olio, la verdura e la pasta sono aumentati secondo l'Istat fino a due tre volte il tasso d'inflazione!

E' ora di rilanciare le lotte per imporre al governo e ai padroni salari dignitosi nel pubblico e nel privato contro l'intenzione palese di scaricare l'inflazione sui salari e sulle pensioni. Chiediamo al governo di introdurre un salario minimo legale di 10 euro netti all'ora per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, di reintrodurre uno strumento automatico di adeguamento di salari e pensioni all'inflazione come la scala mobile.

Raccoglieremo anche le firme contro il ripristino della legge Fornero sulle pensioni, su cui proprio questi giorni si discute nei tavoli tra governo e sindacati, avanzando le nostre proposte per: la pensione a 60 anni o con quaranta di contributi; per le donne, pensione a 55 anni o 35 di contributi; non più pensioni sotto i mille euro; l'adeguamento integrale delle pensioni all'inflazione.

Le firme raccolte verranno utilizzate per promuovere e sostenere ordini del giorno nei consigli comunali e consegnate ai prefetti per farle arrivare al governo.
  • Rifondazione comunista
Altri contenuti a tema
Rifondazione Ruvo: "Morire di alternanza scuola-lavoro. Basta" Rifondazione Ruvo: "Morire di alternanza scuola-lavoro. Basta" La nota della sezione cittadina in merito ai tragici fatti di cronaca nell'udinese
Rifondazione onora la figura di Saverio De Palo Rifondazione onora la figura di Saverio De Palo Fu partigiano. Morì fucilato il 20 dicembre del 1944
Sciopero generale, in piazza anche Rifondazione Comunista di Ruvo Sciopero generale, in piazza anche Rifondazione Comunista di Ruvo La sezione cittadina a sostegno di CGIL E UIL contro la manovra economica del governo Draghi
«Il suicidio non è un tabù. Bisogna parlarne» «Il suicidio non è un tabù. Bisogna parlarne» La lettera aperta del partito della Rifondazione Comunista di Ruvo di Puglia
Un rumore che fa cultura, Cosimo Damiano Damato a Ruvo per raccontarsi Un rumore che fa cultura, Cosimo Damiano Damato a Ruvo per raccontarsi Ospite di Rifondazione Comunista parlerà della sua poetica ed il vissuto artistico
Il ruvese Vincenzo Colaprice segretario provinciale di Rifondazione Comunista Il ruvese Vincenzo Colaprice segretario provinciale di Rifondazione Comunista Lo comunica la sezione ruvese del partito
Rifondazione a congresso, Di Terlizzi rieletto segretario Rifondazione a congresso, Di Terlizzi rieletto segretario Il resoconto dei lavori congressuali
Rifondazione Comunista Ruvo: "La Murgia non è sfondo per spot elettorali, ha bisogno di cura" Rifondazione Comunista Ruvo: "La Murgia non è sfondo per spot elettorali, ha bisogno di cura" Richiamate le attenzioni sulle necessità del territorio da valorizzare e non strumentalizzare
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.