Ambulanza
Ambulanza
Cronaca

Tragedia in provincia di Perugia, ruvese investito da un'auto mentre si recava a un matrimonio

l 66enne è stato soccorso dagli operatori del 118, ma non c'era più nulla da fare

E' di Ruvo di Puglia l'uomo di 66 anni deceduto sabato 10 settembre a Spoleto dopo essere stato travolto da un'auto sulla strada statale 685 "delle Tre Valli Umbre" in direzione Ascoli Piceno. Secondo la prima ricostruzione delle forze dell'ordine intervenute sul posto, l'uomo era in Umbria per partecipare a un matrimonio. Il 66enne avrebbe parcheggiato la propria auto a lato della carreggiata della statale e, una volta sceso, sarebbe stato investito dalla vettura in movimento.
Il 66enne è stato soccorso dagli operatori del 118 ed è stato trasportato all'ospedale"San Matteo degli Infermi" di Spoleto, ma purtroppo non c' è stato nulla da fare.
  • 118
Altri contenuti a tema
Il 118 a Ruvo avrà solo un'ambulanza senza medico, Giuseppe Caldarola: «Situazione temporanea legata alla carenza di personale» Il 118 a Ruvo avrà solo un'ambulanza senza medico, Giuseppe Caldarola: «Situazione temporanea legata alla carenza di personale» L'esponente di maggioranza replica a Paparella e Summo che nei giorni scorsi avevano lanciato l'allarme
Il 118 a Ruvo perde pezzi, Summo e Paparella contro il sindaco: «Ora faccia un altro video e ci spieghi questo suo traguardo» Il 118 a Ruvo perde pezzi, Summo e Paparella contro il sindaco: «Ora faccia un altro video e ci spieghi questo suo traguardo» L'ambulanza perde il medico a bordo
Auto investe bici sulla provinciale Terlizzi-Ruvo, ferito un migrante Auto investe bici sulla provinciale Terlizzi-Ruvo, ferito un migrante Trauma cranico per l'uomo che era a bordo della bici
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.