Novena dei Santi Medici
Novena dei Santi Medici
Cronaca

Troppi fedeli in chiesa, i vigili interrompono la Novena ai Santi Medici

Da oggi celebrazioni a porte chiuse trasmesse solo in diretta tv

Momenti di concitazione ieri sera all'interno della Chiesa dei Santi Medici mentre si celebrava la Novena di preparazione per la solenne festa dei Santi Cosma e Damiano del prossimo 26 settembre.

Si era appena concluso il momento del rito della Comunione, durante la santa messa, quando gli agenti della polizia locale, nell'esercizio della loro attività di controllo del territorio e del rispetto delle norme di sicurezza anti contagio da Coronavirus, sono entrati in chiesa appurandone l'eccessivo affollamento.

Fra lo stupore dei fedeli, sfociato anche in alcuni atteggiamenti di irriverenza, fermo e deciso l'intervento di don Giuseppe Germinario, rettore della Chiesa dei Santi Medici, che ha fatto appello alla responsabilità e al rispetto delle forze di polizia, «intervenute sul posto per giustificato motivo, stanno solo facendo il loro dovere. Vi avevo avvisati prima della Messa, non ci sono scusanti» - le parole del parroco che aveva già cercato di contenere l'affluenza in chiesa.

Diversi minuti di sospensione per la celebrazione eucaristica durante i quali don Giuseppe ha interloquito con le forze dell'ordine che hanno poi concesso di portare a termine la liturgia.

«Non penso di fare del male nè io, nè chi fa il suo dovere nel prendere alcune posizioni - le parole di don Giuseppe al termine della Messa, con riferimento all'accaduto e allo sdegno di alcuni fedeli nei confronti delle forze dell'ordine - una simile superbia è riprovevole dopo aver ricevuto la Santa Comunione».

Ma l'episodio ha avuto le sue conseguenze: la decisione di celebrare, a partire da oggi, tutte le celebrazioni a porte chiuse, trasmesse solo in diretta tv.

In Chiesa si potrà accedere fino ad esaurimento dei pochi posti disponibili.
Dopo la messa la Chiesa resterà aperta al culto per la preghiera personale dei fedeli, sempre nel rispetto delle norme ormai note.

«La Novena sarà trasmessa in diretta tv su canale 18, la chiesa resterà chiusa. - annuncia il rettore - Sarò io in persona a presidiare le porte, come un medico interviene in prima persona per curare, perchè qui c'è di mezzo la salute di ognuno di noi, dell'intera comunità».

Si attendono provvedimenti circa i solenni festeggiamenti del 26 settembre che prevede la solenne celebrazione eucaristica delle ore 11.00 presieduta dal Vescovo Mons. Domenico Cornacchia.
  • festa santi medici
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Sospensione didattica, Lopalco: «Risultati positivi 417 studenti e 151 fra docenti e personale» Sospensione didattica, Lopalco: «Risultati positivi 417 studenti e 151 fra docenti e personale» L'assessore regionale alla sanità spiega le motivazioni del provvedimento
Ora è ufficiale, sospesa la didattica in presenza dal 30 ottobre Ora è ufficiale, sospesa la didattica in presenza dal 30 ottobre L'ordinanza del presidente Emiliano sarà emanata in serata
Covid, Ruvo registra la sua seconda vittima. Aumentano i contagi Covid, Ruvo registra la sua seconda vittima. Aumentano i contagi Chieco: «Sono attualmente 37 i positivi e 42 i quarantenati in città»
Record di contagi, 772 in un giorno. Lopalco: "Scenario preoccupante" Record di contagi, 772 in un giorno. Lopalco: "Scenario preoccupante" Metà dei casi sono nel barese
Covid, confermato lo stop ai ricoveri programmati in tutta la Puglia Covid, confermato lo stop ai ricoveri programmati in tutta la Puglia Garantite le prestazioni non differibili e l'attività ambulatoriale
L'ospedale di Terlizzi diventa presidio post acuzie Covid L'ospedale di Terlizzi diventa presidio post acuzie Covid Sospesi ricoveri, attività ambulatoriali programmate e day service
Coronavirus, 611 nuovi casi in Puglia. Più di un terzo nel barese Coronavirus, 611 nuovi casi in Puglia. Più di un terzo nel barese Si registrano 13 decessi nella regione, uno nella nostra provincia
Covid, ristoratori e commercianti in piazza anche in Puglia per dire no alle chiusure Covid, ristoratori e commercianti in piazza anche in Puglia per dire no alle chiusure La manifestazione "Siamo a terra" organizzata dal sindacato Fipe si svolgerà a Bari domani mattina
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.