Frecce tricolore
Frecce tricolore
Attualità

25 aprile 2020, la Liberazione ai tempi del coronavirus

Uniti virtualmente per guardare al domani. Oggi pomeriggio evento su tutto il network Viva

Un 75° anniversario dalla liberazione dell'Italia dal nazifascismo sicuramente insolito quello che celebriamo quest'oggi e che sarà ricordato nella memoria storica di ognuno di noi.

Il 25 aprile 1945 il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia proclamò l'insurrezione in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti.

Ad oggi, resta immutato il simbolo, il significato, il bisogno di soffermarsi a rendere omaggio ai caduti e a riflettere sugli errori del nazifascismo e sull'importanza di una riconquistata dignità dell'essere umano e del Paese. Ma oggi, 25 aprile 2020, a 75 anni da quell'evento che ha cambiato la storia, cambia il modo di celebrarlo e di raccontarlo negli anni a venire.

Il particolare periodo di emergenza epidemiologica da coronavirus che stiamo vivendo influisce indelebilmente su questa 75esima Festa della Liberazione. Persino la sua celebrazione è strettamente vincolata alle indicazioni fornite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (con circolare del 17 aprile) circa le modalità di svolgimento degli eventi celebrativi, in relazione alla vigenza dei provvedimenti restrittivi connessi all'emergenza sanitaria in atto.

Nessun corteo, nessun momento di commemorazione in nessuna città, se non in forma strettamente contenuta e limitata alla deposizione di una corona di alloro ai monumenti cittadini eretti in onore ai caduti da parte del solo primo cittadino e un solo rappresentante delle Associazioni Combattentistiche.

Non ci si può riunire fisicamente nella memoria ma è sentimento comune quel volersi sentire uniti che sta caratterizzando il periodo di quarantena a cui il Paese è sottoposto come misura di contrasto alla diffusione del contagio. Sentiamo forte il bisogno di libertà, oggi che la nostra quotidianità ha dovuto subire cambiamenti, imponendoci limitazioni negli spostamenti, nella socialità, nella convivialità, nel vivere le nostre relazioni interpersonali con amici e parenti.

Eppure, forse l'Italia celebra la sua Festa della Liberazione 2020 riscoprendo proprio il significato della parola "libertà" e quel sentimento di appartenenza alla patria, il bisogno di ribadire l'importanza della libertà e della speranza di poter guardare ad un futuro più luminoso, comprendendo quel sentimento che, in maniera differente, ha animato il coraggio di quanti si sono battuti per la Liberazione.

Quella che stiamo vivendo contro il coronavirus è certamente una battaglia ben diversa, ma ci ha visti tornare ad esporre il tricolore ai nostri balconi, a sentirci nazione, uniti in una piazza virtuale chiamata tecnologia e ci chiama a reinventarci e a ricostruire il nostro domani in maniera più consapevole.

Sono tante le iniziative organizzate per celebrare questo 75esimo 25 aprile. Questo pomeriggio, a partire dalle 15:00, tutti i 18 portali del nostro network Viva e sulle rispettive pagine Facebook, oltre che sul canale ufficiale dell'evento, presentano "Let's Live All" una web maratona musicale di 10 ore con più di 100 artisti tra dj e musicisti, organizzata da "Tanto Pé Cantá".
  • 25 aprile
  • Coronavirus
  • Festa della Liberazione
Altri contenuti a tema
Scoperte due pietre di inciampo in memoria di Giovanni Marinelli e Michele Rossini Scoperte due pietre di inciampo in memoria di Giovanni Marinelli e Michele Rossini Ruvo di Puglia festeggia così' la sua Festa di Liberazione
Festa della Liberazione, ecco il programma della manifestazione Festa della Liberazione, ecco il programma della manifestazione Dopo due anni, le celebrazioni pubbliche con il corteo cittadino
Festa della Liberazione, dopo due anni torna il corteo cittadino Festa della Liberazione, dopo due anni torna il corteo cittadino Capetoste resistenti, venerdì 22 aprile alle ore 18.30, nella la sala conferenze di Palazzo Caputi
Covid in Puglia, cresce il dato dei ricoverati Covid in Puglia, cresce il dato dei ricoverati Quasi 8500 casi positivi nelle ultime 24 ore
Oltre 8000 decessi per Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza Oltre 8000 decessi per Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza Tasso di positività ai test intorno al 13% nelle ultime 24 ore
Covid, oltre 800 mila guariti in Puglia dall'inizio dell'emergenza Covid, oltre 800 mila guariti in Puglia dall'inizio dell'emergenza Scende il dato degli attualmente positivi nelle ultime 24 ore
Covid, nuove regole per il mondo della scuola: tutte le novità Covid, nuove regole per il mondo della scuola: tutte le novità Didattica a distanza solo per gli studenti positivi
Covid in Puglia, importante aumento dei ricoverati nelle ultime ore Covid in Puglia, importante aumento dei ricoverati nelle ultime ore Registrati quasi 7 mila casi positivi e nove decessi
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.