I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta»

Il procuratore di Bari: «Le denunce sono tante. Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria»

Sono decine i decreti penali di condanna che la Procura della Repubblica di Bari sta trasmettendo all'ufficio del giudice per le indagini preliminari per la violazione dell'articolo 650, cioè l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.

In questo caso si parla del decreto sui divieti di assembramento per l'emergenza Coronavirus e anche per la violazione degli articoli 495 e 496 del codice penale, cioè i reati di false attestazioni o dichiarazioni a pubblico ufficiale e false dichiarazioni sulla identità. «Le denunce sono tante - spiega Giuseppe Volpe - e stiamo facendo decine di richieste di decreto penale da mandare ai giudici per le indagini preliminari subito, con priorità assoluta».

«Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria - continua il procuratore di Bari - e poi bisognerà aspettare le eventuali opposizioni e in quel caso si faranno i giudizi di opposizione quando sarà possibile». Intanto, però, la Procura sta procedendo con le richieste di decreti penali di condanna. Ad occuparsene è l'ufficio Pronta Definizione, al quale vengono trasmesse quotidianamente le denunce di coloro che vengono trovati in giro senza una valida motivazione.

Stando ai dati forniti dalla Prefettura di Bari, sono state denunciate 1.901 persone sulle ben 31.441 controllate dall'11 al 20 marzo scorsi, per verificare il rispetto delle norme emanate dal Governo per il contenimento del Coronavirus.
  • Carabinieri Ruvo di Puglia
  • Polizia Locale Ruvo
Altri contenuti a tema
Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Il nuovo dl ha valore retroattivo: non c'è più la sanzione penale, ma solo amministrativa
1 Coronavirus, la Prefettura: 1.901 denunciati, 31.441 controllati Coronavirus, la Prefettura: 1.901 denunciati, 31.441 controllati Intensificati i controlli: ci sono anche 17 denunce per false attestazioni, 6 esercizi commerciali chiusi e 15 titolari deferiti
Nuova raffica di controlli. Ma ci sono ancora troppe persone per strada Nuova raffica di controlli. Ma ci sono ancora troppe persone per strada I Carabinieri al lavoro senza sosta: malgrado il continuo richiamo al rispetto delle prescrizioni sono numerosissime le persone denunciate
Attentato al carabiniere, la solidarietà del mondo politico Attentato al carabiniere, la solidarietà del mondo politico Parlamentari e consiglieri regionali manifestano vicinanza al vice brigadiere
Bomba nella notte, esplosa la Fiat 16 di un carabiniere. Non ci sono feriti Bomba nella notte, esplosa la Fiat 16 di un carabiniere. Non ci sono feriti Il militare del Nucleo Radiomobile è in servizio ad Andria: l'esplosione sotto casa sua. Utilizzato un ordigno artigianale con tritolo
Furto nella sede di Rifondazione, ladri beccati dalle telecamere Furto nella sede di Rifondazione, ladri beccati dalle telecamere Ad accorgersi del tutto i Carabinieri che hanno denunciato una coppia di conviventi
Gaetano Cassano nuovo comandante della Sezione Radiomobile di Trani Gaetano Cassano nuovo comandante della Sezione Radiomobile di Trani Il sottotenente arriva dal Centro Telematico Legione Puglia: 57 anni, ha lavorato anche in Bosnia-Erzegovina e in Iraq
Nuovo Comandante per la Stazione dei Carabinieri: è il maresciallo Felice Cimadomo Nuovo Comandante per la Stazione dei Carabinieri: è il maresciallo Felice Cimadomo Il sottufficiale è stato per oltre un ventennio alla Tenenza di Bisceglie, ricoprendo anche il ruolo di vice comandante
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.