Antonio dell'erba
Antonio dell'erba
Territorio

L'università dà l'ultimo saluto al professor Antonio Dell'Erba

Aveva 91 anni. Fu preside della facoltà di Medicina e Chirurgia

È venuto a mancare a 91 anni il professor Antonio Dell'Erba, preside della Facoltà di Medicina di Bari e punto di riferimento per quattro generazioni di medici legali pugliesi e non solo.

Laureatosi a Bari in medicina e chirurgia, dopo la laurea si è specializzato in medicina legale. Una lunga carriera nell'ambito lo ha poi portato nel 1968 a diventare professore ordinario e a dirigere fino al 1975 l'Istituto di medicina legale della facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università di Ferrara. In seguito è riuscito a rientrare a Bari con una cattedra di Medicina legale.

Ha poi insegnato a lungo medicina legale in numerose scuole di specializzazione e corsi di laurea triennali delle facoltà di Medicina e Giurisprudenza degli atenei di Bari e Foggia, per poi diventare dal 1978 al 1981 preside della facoltà di Medicina e chirurgia dell'università di Bari.
  • università
Altri contenuti a tema
Diritto allo studio, la Regione copre totalmente le richieste di borse di studio Diritto allo studio, la Regione copre totalmente le richieste di borse di studio Soddisfazione in Regione: «Promessa mantenuta»
Cambiare università, perché scegliere la Niccolò Cusano Cambiare università, perché scegliere la Niccolò Cusano Cambiare Università richiede coraggio e deve essere una scelta ben pensata
Mille borse di studio all'Università di Bari Mille borse di studio all'Università di Bari Le domande solo in via telematica
I nuovi emigranti universitari I nuovi emigranti universitari Cinquanta mila studenti pugliesi scelgono di andare in altre regioni
© 2001-2018 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.