Agenda
Agenda
Scuola e Lavoro

La società semplice

Cosa prevede il codice civile, e come funziona la gestione patrimoniale e fiscale

Il Codice Civile, all'art. 2247, definisce il contratto di società come l'accordo per mezzo del quale due o più persone conferiscono beni e servizi per l'esercizio in comune di una attività economica allo scopo di dividerne gli utili; in forza dell'art. 2249 comme 2, la società semplice può esercitare solo attività non commerciale, per cui essa si caratterizza per essere un modello societario improntato alla massima semplicità.

Le società semplici possono esercitare attività agricola, attività artigianali, professioni intellettuali, gestione di beni immobili, gestione di partecipazioni societarie; restano escluse le attività di intermediazione, industriale, di trasporto, assicurativa, bancaria. Per la nascita della società non c'è bisogno di una forma scritta particolare, ma la stessa è necessaria quando si conferiscono beni come il denaro, i crediti, i beni in natura, le prestazioni d'opera e le prestazioni di servizi.

Per ciò che concerne l'amministrazione della società, la stessa è modulabile in base alla volontà delle parti e spetta a ciascuno dei soci disgiuntamente dagli altri. Ciascun amministratore può porre in essere, autonomamente e di propria iniziativa, qualunque atto di gestione, a condizione che l'operazione rientri all'interno del campo delimitato dell'oggetto sociale. Inoltre, i soci, all'interno dell'Atto costitutivo possono prevedere forme di amministrazione congiunta e con maggioranze che possono variare dall'unanimità, alla maggioranza o variare in base agli atti da approvare.

Per ciò che riguarda il rendiconto si fa riferimento agli artt. 2261 e 2262 c.c., nel primo si fa riferimento circa l'operato degli amministratori ai soci amministratori, al pari del rendiconto del mandatario; nel secondo si accerta la situazione contabile della società con gli utili e le perdite conseguite nell'esercizio.

Per quanto riguarda l'autonomia patrimoniale in prima battuta è la società che risponde, per mezzo del suo patrimonio, delle proprie obbligazioni sociali; di queste obbligazioni rispondono illimitatamente e personalmente anche tutti i soci; c'è la possibilità dei creditori sociali di agire nei confronti dei soci illimitatamente responsabili.

Dal punto di vista fiscale, in base all'art. 5, comma 1, TUIR: "i redditi delle società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice residenti nel territorio dello Stato Italiano sono imputati a ciascuno socio indipendentemente dalla percezione, proporzionalmente alla sua quota di partecipazione agli utili".
Per maggiori informazioni
Avv. Giuseppe Prascina
Studio professionale: Corso V. Emanuele n. 105 – Barletta
Tel/fax 0883.527748 – Cellulare: 338.4728360
Mail: avv.prascinagiuseppe@gmail.com
PEC: avv.prascinagiuseppe@pec.ordineavvocatitrani.it
  • Economia
Altri contenuti a tema
La Regione vara una manovra anticrisi da 750 milioni La Regione vara una manovra anticrisi da 750 milioni Dal 4 giugno i primi due avvisi su microprestito e titolo II
Fiscalità dei neo-residenti in Italia Fiscalità dei neo-residenti in Italia A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Le Holding di famiglia Le Holding di famiglia A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti riaprono dal 18 maggio. C'è l'accordo Governo-Regioni Bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti riaprono dal 18 maggio. C'è l'accordo Governo-Regioni Tra giovedì e venerdì arriveranno le linee guida per consentire alle Regioni di riaprire
Boccia: «Se l'epidemia continuerà a calare attività potranno aprire dal 18 maggio» Boccia: «Se l'epidemia continuerà a calare attività potranno aprire dal 18 maggio» Il ministro apre uno spiraglio anche per bar e ristoranti. «Stiamo definendo le linee di sicurezza»
«Riapriremo il 18 maggio», l'annuncio di gioia degli operatori della bellezza «Riapriremo il 18 maggio», l'annuncio di gioia degli operatori della bellezza Emiliano ha firmato l'ordinanza
La tassazione dell'atto di donazione in trust La tassazione dell'atto di donazione in trust A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Le banche anticiperanno la cassa integrazione: raggiunto l'accorto con Regione e parti sociali Le banche anticiperanno la cassa integrazione: raggiunto l'accorto con Regione e parti sociali Le somme ai lavoratori saranno anticipate a costo zero
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.