Processo disastro ferroviario
Processo disastro ferroviario
Cronaca

Processo strage treni senza pace, cambia il presidente del collegio dei giudici e slitta l'udienza

Appello alle parti del giudice De Luce di evitare di ricominciare tutto da zero

Non c'è pace per il processo per il disastro ferroviario del 12 luglio 2016 sulla tratta a binario unico di Ferrotramviaria tra Andria-Corato in cui persero la vita 23 persone e che provocò 51 feriti. Cambia il presidente del collegio di giudici nel processo.

Dalla prossima udienza, che slitta dal 16 al 23 settembre, un nuovo giudice prenderà il posto di Antonio De Luce, presidente del Tribunale di Trani, che aveva assunto la presidenza del collegio dopo la ricusazione del primo collegio giudicante. A comunicarlo, ieri, al termine dell'udienza svoltasi ad Andria (nell'auditorium 'Riccardo Baglioni') lo stesso De Luce, che ha invitato le parti a prestare il consenso alla rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale, per evitare il rischio che il processo - come previsto per legge in caso di sostituzione di un giudice - possa ripartire da zero.

Per la prossima udienza verrà completato l'esame da parte dei pm dell'investigatrice del Noif (il Nucleo operativo incidenti ferroviari della Polfer), che nell'udienza odierna ha illustrato i contenuti di alcune delle informative depositate sul caso, soffermandosi in particolare sui ruoli delle figure apicali della società ferroviario coinvolte nel processo. La parola poi passera' alle difese per il controesame.

A processo ci sono 17 persone fisiche più la società Ferrotramviaria. Si tratta di dipendenti, dirigenti e vertici di Ferrotramviaria, di un dirigente del Ministero dei Trasporti e due direttori dell'Ustif di Puglia, Basilicata e Calabria (che si occupa delle linee ferroviarie in concessione), che rispondono, a vario titolo, dei reati di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso.

Ferrotramviaria è imputata in qualità di persona giuridica per la responsabilità amministrativa nei reati contestati ai suoi dipendenti. Parti civili nel processo (solo nei confronti delle persone fisiche) la Regione Puglia, i Comuni di Corato, Andria e Ruvo di Puglia, alcune associazioni, parenti delle vittime e passeggeri sopravvissuti. Ferrotramviaria, Ministero dei Trasporti e Regione Puglia sono stati citati in qualità di responsabili civili.
  • Processo Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Processo disastro ferroviario, cambia presidente del collegio ma l'istruttoria è utilizzabile Processo disastro ferroviario, cambia presidente del collegio ma l'istruttoria è utilizzabile Il processo non ripartirà da zero
Processo disastro ferroviario, controesame dei periti della Procura da parte della difesa Processo disastro ferroviario, controesame dei periti della Procura da parte della difesa Il collegio giudiziario ha stabilito l'esclusione di 9 degli 11 allegati della perizia
Disastro ferroviario, consulenti Procura: «Pasticcio dei convogli 'bis' avvenuto 146 volte prima del 12 luglio» Disastro ferroviario, consulenti Procura: «Pasticcio dei convogli 'bis' avvenuto 146 volte prima del 12 luglio» Ieri mattina la deposizione di due tecnici del Pubblico Ministero, esperti di incidentistica ferroviaria
Riprende il processo sulla strage dei treni, oggi in aula altre deposizioni Riprende il processo sulla strage dei treni, oggi in aula altre deposizioni Le udienze riprenderanno il primo luglio
Disastro ferroviario, dal 17 giugno riprende il processo Disastro ferroviario, dal 17 giugno riprende il processo Si torna in aula ad Andria, presso l'oratorio S. Annibale Maria di Francia
Disastro Ferroviario, i giudici motivano l'assoluzione d Elena Molinaro Disastro Ferroviario, i giudici motivano l'assoluzione d Elena Molinaro Il legale della funzionaria: «Plurime responsabilità vanno ricercate altrove»
Strage dei treni, assolta dirigente del Ministero Strage dei treni, assolta dirigente del Ministero Per i giudici: "Non ha commesso il fatto"
Processo disastro ferroviario, Cassazione conferma la ricusazione del collegio giudicante Processo disastro ferroviario, Cassazione conferma la ricusazione del collegio giudicante La suprema corte conferma il provvedimento della Corte d'Appello
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.