Medico pediatra
Medico pediatra
Enti locali

Coronavirus, accesso alla consulenza pediatrica per via telematica

Rinviate le vaccinazioni per i bambini dopo il 15° mese di vita

Le visite negli Scap, i servizi di consulenza ambulatoriale pediatrica, durante il periodo di emergenza per l'infezione da Covid 19-Coronavirus, sono sospese nella forma dell'accesso diretto agli ambulatori. Sono rinviate le vaccinazioni per i bambini dopo il 15° mese di vita se gli ambulatori vaccinali non riescono a programmare le somministrazioni.

Il presidente Emiliano e il direttore del Dipartimento per la promozione per la Salute, Vito Montanaro, hanno firmato ieri una disposizione in tal senso, inviata ai Dg delle Asl, ai direttori dei dipartimenti di prevenzione e dei servizi di igiene e ai sindacati dei pediatri.

In questa fase, al fine di evitare il concentrarsi dell'utenza negli ambulatori che potrebbe accelerare i processi di contagio, gli accessi avverranno solo per via telefonica o telematica, incluso whatsapp, di cui ogni pediatra dovrà dotarsi autonomamente. Resta l'obbligo della compilazione della scheda di triage telefonico.

I pediatri gestiranno comunque: per telefono tutta la patologia stagionale che anche se in maniera ridotta, persiste. Dovranno diventare strumento di supporto e informazione sanitaria a tutte le famiglie per consigli, suggerimenti e indicazioni nella gestione dell'emergenza coronavirus. Effettueranno triage nei casi sospetti, raccordandosi con le strutture ospedaliere, guidando le famiglie dei bambini nei corretti percorsi gestionali.

Le direzioni generali supporteranno gli utenti e le famiglie anche psicologicamente, considerando gli aspetti della domiciliazione coatta e prolungata.

Gli infermieri assegnati agli Scap potranno essere utilizzati per la gestione dell'emergenza Covid-19

Gli uffici delle vaccinazioni infine differiranno a dopo la fine dell'emergenza la somministrazione delle dosi successive al 15° mese di vita se non riescono a garantire un afflusso programmato e ordinato degli utenti.
  • Coronavirus
  • pediatria
Altri contenuti a tema
Covid, 459 casi e 11 decessi in provincia di Bari Covid, 459 casi e 11 decessi in provincia di Bari In tutta la regione 1200 positivi, uno ogni 10 tamponi
Covid, Ruvo piange un'altra vittima mentre cala il numero dei positivi Covid, Ruvo piange un'altra vittima mentre cala il numero dei positivi Sono 154 i positivi in città, rientrato l'allarme focolai nelle Rsa
Bollettino Covid, quasi mille nuovi casi e 30 decessi Bollettino Covid, quasi mille nuovi casi e 30 decessi Sono stati registrati 11790 test
Covid, meno tamponi ma 32 decessi. La metà in provincia di Bari Covid, meno tamponi ma 32 decessi. La metà in provincia di Bari Registrati oggi 401 positivi su 3949 test
Covid, quasi 1000 nuovi casi in Puglia e 14 decessi Covid, quasi 1000 nuovi casi in Puglia e 14 decessi Quella di Bari resta la provincia più colpita
Indice Rt ancora superiore a 1, la Puglia resta in zona arancione Indice Rt ancora superiore a 1, la Puglia resta in zona arancione Il Ministro Speranza conferma per la nostra regione le misure già in vigore
Covid, 1023 casi positivi in Puglia. Positivo un test su dieci Covid, 1023 casi positivi in Puglia. Positivo un test su dieci Sono 11 i decessi registrati
Covid, mille casi positivi e 31 decessi in Puglia Covid, mille casi positivi e 31 decessi in Puglia Sono 9887 i test effettuati
© 2001-2021 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.