Paziente oncologica proveniente dall'Ucraina
Paziente oncologica proveniente dall'Ucraina
Attualità

Il Comune stanzia altri 5mila euro per l'accoglienza dei profughi ucraini

Vanno avanti gli interventi per l'accoglienza e la mediazione linguistica


Il Comune di Ruvo destina altri 5mila euro per l'emergenza profughi, risorse che si sommano ai 6.500 euro già destinati ad aprile scorso. In vista della riapertura delle scuole, la giunta comunale ha disposto infatti la riattivazione dell'insegnamento della lingua italiana dei cittadini frequentanti i corsi di studio in Italia, «al fine di supportare la piena integrazione culturale degli stessi», si legge nel provvedimento.
Subito dopo l'inizio della guerra, a Ruvo giunsero ben 16 profughi cittadini ucraini (tra questi anche minori). Di questi, dieci sono stati collocati presso il SAI (sistema di accoglienza e integrazione) del Comune di Corato presso i posti ampliati nel Comune di Ruvo di Puglia, mentre i restanti sono collocati presso famiglie ruvesi che volontariamente hanno messo a disposizione le loro case. Altre due profughe sono arrivate a luglio scorso per il tramite della Protezione Civile, prelevate con un volo di stato direttamente dall'Ucraina, trattandosi di due cittadine ucraine di cui una ricoverata temporaneamente per accertamenti sanitari presso il Policlinico di Bari e l'altra ospitata qui a Ruvo per la quale l'associazionismo locale si sta adoperando per l'affiancamento e l'accompagnamento, oltre che per garantire generi di prima necessità.

Per far fronte all'accoglienza, il Comune sta operando attraverso la rete di solidarietà composta
dall'associazione "Un mondo di bene 2.0 APS" e dall'associazione "Granello di Senape APS", oltre che dal volontariato. Le associazioni convenzionate per l'accoglienza e l'affiancamento di questi cittadini continuano a
sostenere le spese necessarie al loro sostentamento, accompagnamento e mediazione linguistica, motivo per cui il Comune ha dovuto destinare altre somme per le spese di mediazione e accoglienza.
  • accoglienza
  • Ucraina
  • guerra
Altri contenuti a tema
Dalla guerra in Ucraina a Ruvo, viaggio della speranza per una donna malata oncologica Dalla guerra in Ucraina a Ruvo, viaggio della speranza per una donna malata oncologica Missione di accoglienza da parte della Regione Puglia
Appello Caritas diocesana: «Un dissalatore per Mykolaïv» Appello Caritas diocesana: «Un dissalatore per Mykolaïv» Raccolta fondi per aiutare la popolazione della città ucraina senza acqua da giorni
Guerra in Ucraina, partito dalla Puglia il primo team sanitario di valutazione Guerra in Ucraina, partito dalla Puglia il primo team sanitario di valutazione Lo scopo è agevolare le operazioni di evacuazione dei profughi
Profughi dell'Ucraina accolti in B&B e alberghi a Ruvo di Puglia, scade oggi l'avviso pubblico comunale Profughi dell'Ucraina accolti in B&B e alberghi a Ruvo di Puglia, scade oggi l'avviso pubblico comunale I gestori delle strutture ricettive possono aderire dichiarando la propria disponibilità ad accogliere adulti e minori a tariffe calmierate
Profughi ucraini gratis sul treno Profughi ucraini gratis sul treno Ferrotramviaria aderisce all’iniziativa della Regione Puglia
Sostegno ai profughi ucraini, l'iniziativa del Comune Sostegno ai profughi ucraini, l'iniziativa del Comune Attivato un conto corrente dedicato
Lezioni di lingua italiana per i profughi in arrivo dall'Ucraina Lezioni di lingua italiana per i profughi in arrivo dall'Ucraina In 24 sono stati collocati sul territorio ruvese
Ruvo di Puglia marcia per la pace in Ucraina Ruvo di Puglia marcia per la pace in Ucraina Partenza da piazza Matteotti
© 2001-2022 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.