processo disastro ferroviario
processo disastro ferroviario
Cronaca

Processo strage dei treni, in aula l'ammissibilità delle parti civili

Udienza aggiornata al prossimo 11 settembre

Si torna in aula nel Tribunale di Trani per l'udienza preliminare del processo sulla strage ferroviaria del 12 luglio del 2016. Dopo la prima giornata del 16 luglio scorso in cui c'è stata la costituzione di 50 parti civili, tra cui figurano i parenti delle vittime della sciagura, le persone che nell'impatto rimasero ferite, associazioni di consumatori, altre animaliste oltre ad una di invalidi e vittime del lavoro e gli enti, i tre Comuni di Andria, Corato e Ruvo la Regione Puglia e la costituzione stessa degli imputati e della Ferrotramviaria spa, oggi la discussione si è incentrata sulle eccezioni alle richieste di costituzione di parte civile, una su tutte quella espressa dall'avvocato Michele Laforgia difensore di Ferrotramviaria che in aula ha chiesto l'esclusione della costituzione delle parti civili esercitate nei confronti della società perché "la responsabilità amministrativa da reato – ha spiegato il legale - non consente l'esercizio dell'azione civile in sede penale" dunque "la presunta responsabilità della società è una responsabilità da reato, ma non è un reato. Secondo la giurisprudenza, costituisce una fattispecie autonoma e complessa e non produce alcun danno nei confronti dei terzi. Se e quando sarà riconosciuta, è produttiva di un danno che riguarda lo stesso ente societario e semmai i soci".

Alcuni altri avvocati, tra cui il difensore di un'associazione di consumatori Giuseppe Losappio, hanno mostrato la loro contrarietà nel merito argomentando in aula le ragioni della tesi opposta. Diverse, inoltre, le richieste di esclusione di altre associazioni come parti civili perché non sarebbero in presenza di un interesse legittimo. La decisione del Gup si conosceranno in seguito e l'udienza per decidere del rinvio a giudizio di 18 persone e della società Ferrotramviaria per il disastro ferroviario avvenuto il 12 luglio del 2016 è stata aggiornata al prossimo 11 settembre.
  • Processo Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Processo disastro ferroviario, ricusato il collegio giudicante Processo disastro ferroviario, ricusato il collegio giudicante La Corte d'Appello ha accolto l'istanza di ricusazione
Processo disastro ferroviario, chiesta la ricusazione del collegio giudicante Processo disastro ferroviario, chiesta la ricusazione del collegio giudicante La Corte d'Appello si pronuncerà nei prossimi giorni
Processo disastro ferroviario, Di Bari: «Regione doveva vigilare sul rispetto della sicurezza della tratta» Processo disastro ferroviario, Di Bari: «Regione doveva vigilare sul rispetto della sicurezza della tratta» La nota della consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle
Processo sciagura ferroviaria: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Processo sciagura ferroviaria: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Si tratta di una innovativa decisione del Tribunale di Trani che farà certamente discutere
Inizia il processo sul disastro ferroviario, i parenti delle vittime: «Vogliamo giustizia» Inizia il processo sul disastro ferroviario, i parenti delle vittime: «Vogliamo giustizia» Nell'udienza richiesto l'inserimento della Regione tra i responsabili civili
Disastro ferroviario, al via il processo Disastro ferroviario, al via il processo Diciotto gli imputati
Disastro ferroviario, il processo slitta di due settimane Disastro ferroviario, il processo slitta di due settimane Problemi di composizione del collegio giudicante
Disastro ferroviario Corato, Astip: "Perchè l'Ass. Giannini non ha mai preso provvedimenti per Ferrotramviaria" Disastro ferroviario Corato, Astip: "Perchè l'Ass. Giannini non ha mai preso provvedimenti per Ferrotramviaria" "La nostra speranza rimane nel Ministro Toninelli, ricordandogli l’art 120 del Titolo Quint", sottolinea la portavoce, Daniela Castellano
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.