carabinieri
carabinieri
Cronaca

Rapina con arma giocattolo, la proprietaria reagisce. Colpo a segno

Il raid, ieri mattina, nella pescheria Alga Marina. Ancora da quantificare l'incasso, indagano i Carabinieri

Una pistola giocattolo per una rapina. Un rapinatore solitario ieri mattina, intorno alle ore 10.30, ha colto di sorpresa la proprietaria della pescheria Alga Marina, che si trova in via Nazario Sauro, e minacciandola con l'arma e si è fatto consegnare tutto il contante, non ancora quantificato.

Il rapinatore che aveva il volto coperto (pare da un passamontagna) si è poi allontanato. L'allarme è scattato poco dopo, è stata la stessa proprietaria a chiamare i Carabinieri, ma quando i militari della locale Stazione sono arrivati sul posto il bandito aveva già fatto perdere le proprie tracce. Non è escluso che ad attenderlo nelle immediate vicinanze della pescheria ci fosse un complice (in auto o in moto).

La proprietaria, che ha tentato invano di ferma il rapinatore solitario, mentre una testimone ha avvertito un lieve malore, ha saputo raccontare, seppur in stato di shock alcuni particolari ai Carabinieri della locale Stazione. Il rapinatore parlava italiano, senza una particolare inflessione, e i militari stanno adesso studiando le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza di via Nazario Sauro e della zona circostante.

Si vede il bandito che, impugnando la pistola giocattolo, esce dalla pescheria e si allontana a piedi. Ma non è possibile stabilire se più avanti possa avere avuto l'aiuto di un complice. Attività complessa, con la convinzione che la scelta di rapinare la pescheria Alga Marina sia stata casuale. Il rapinatore, infatti, si aggirava per le vie di Ruvo di Puglia sin dalle ore 07.30 di ieri mattina, proprio per individuare l'attività commerciale da rapinare.

Il rapinatore, secondo quanto emerso, ha fatto tutto con calma. Ha costretto con l'arma (che poi si è rivelata essere giocattolo, ma questo lo si può scoprire solo dopo) a consegnare l'incasso della prima parte della giornata, non ancora quantificato. Ha rischiato parecchio, anche perché ha dovuto tenere d'occhio l'ingresso della pescheria. Ieri mattina, però, non c'era particolare movimento, e anche all'esterno nessuno ha notato niente di strano.

Così il rapinatore ha lasciato la pescheria dopo aver preso il bottino. Per tutta la giornata è stata caccia all'uomo. Ma l'attività non ha dato sviluppi immediati. Ora il lavoro prosegue con l'analisi delle immagini e si valuta anche il movimento di auto o moto sospette nella zona per risalire a eventuali complici.
  • Rapine Ruvo
Altri contenuti a tema
Orta Nova: commando rapina tir di sigarette. Il camion ritrovato a Ruvo Orta Nova: commando rapina tir di sigarette. Il camion ritrovato a Ruvo Il camionista è stato rilasciato ed ha avvisato i Carabinieri: il camion è stato ritrovato quasi completamente vuoto
Assalto al bancomat, malviventi sparano contro i vigilanti Assalto al bancomat, malviventi sparano contro i vigilanti È accaduto nella notte alla filiale dell'Unicredit lungo corso Carafa
Rapinatori provano ad assaltare la Banca Popolare Rapinatori provano ad assaltare la Banca Popolare Il colpo, però, non è riuscito. I banditi non sono riusciti ad entrare, indagano i Carabinieri
Rapinatore solitario in azione nella farmacia San Francesco Rapinatore solitario in azione nella farmacia San Francesco Prima rapina del 2018: nel mirino la farmacia di via Duca della Vittoria. Sul posto i Carabinieri
Rapina con coltello, paura alla Popolare di Puglia e Basilicata Rapina con coltello, paura alla Popolare di Puglia e Basilicata L'assalto alle ore 11.00. I due banditi in fuga con 11.000 euro. Serrate le indagini dei Carabinieri
In due assaltano la Popolare di Bari. Calci a un cassiere In due assaltano la Popolare di Bari. Calci a un cassiere Terrore nella filiale di piazza Bovio. Uno dei due aveva il volto scoperto
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.