pierdomenico di terlizzi rifondazione comunista
pierdomenico di terlizzi rifondazione comunista
Politica

Rifondazione Comunista chiede al Prefetto misure urgenti a tutela della salute dei lavoratori

«Servono controlli e risorse per il sostegno al reddito dei lavoratori e piccole imprese»

Elezioni Regionali 2020
Con una lettera inviata al Prefetto di Bari, e con riferimento alle deroghe al DPCM del 25 marzo 2020, il Partito di Rifondazione Comunista chiede "un intervento immediato a seguito delle notizie preoccupanti pervenute da parte di aziende che mettono a rischio la salute dei lavoratori e lavoratrici, delle loro famiglie e della collettività".

In particolare, Rifondazione Comunista chiede:
  • Che si rendano immediatamente pubblici gli elenchi delle aziende attive, ovvero ricomprese nei codici ATECO del DPCM 25 marzo ("produzioni essenziali") e soprattutto di quelle che nelle ultime due settimane hanno richiesto deroghe per la riapertura.
  • Che i sindaci e le Asl siano informati tempestivamente su ciascun territorio dei flussi e degli spostamenti delle persone per le produzioni essenziali e per le deroghe concesse.
  • Che la Prefettura proceda con controlli massicci su tutte le produzioni attive; sarebbe molto utile mappare il movimento di migliaia di lavoratori/ici che tutti i giorni sono obbligati a muoversi per garantire le esigenze vitali delle comunità e probabilmente anche di troppe produzioni assolutamente non indispensabili.
«L'elenco dei Codici ATECO - si legge nella missiva - prevede già maglie estremamente larghe, a titolo di esempio le fabbriche di armi (a Cameri si continuano ad assemblare F35) e dell'aerospazio sono attive senza bisogno di deroghe. Inoltre, il meccanismo delle deroghe, attraverso il silenzio assenso, sta consentendo riaperture ben oltre le produzioni essenziali.

La difficoltà dei controlli e le furbizie delle aziende nel giocare con i codici ATECO rischiano di compromettere le misure di distanziamento sociale, unico argine al diffondersi del virus.

Rifondazione Comunista, nel chieder un intervento immediato ed i relativi controlli per la salvaguardia del diritto alla salute di tutti e tutte, ribadisce che servono risorse e misure urgenti per il sostegno al reddito dei lavoratori visibili e invisibili, alle piccole e piccolissime imprese che sono predominanti nel nostro tessuto economico».
  • Lavoro
  • Emergenza Coronavirus
Altri contenuti a tema
Ok anche a calcetto e sport da contatto. Ecco le linee guida Ok anche a calcetto e sport da contatto. Ecco le linee guida Da domani possibile lo svolgimento delle discipline ma con particolari attenzioni
Ok ai trasporti non di linea, ma mascherina obbligatoria per i passeggeri Ok ai trasporti non di linea, ma mascherina obbligatoria per i passeggeri Il presidente Emiliano ha firmato l'ordinanza
Rientra l'emergenza, ok a ricevimenti e sale giochi Rientra l'emergenza, ok a ricevimenti e sale giochi Dal 22 possibili anche le attività ludiche per bambini
Si ritorna alla normalità: dal 15 giugno ok agli spettacoli dal vivo e ai grandi eventi fieristici Si ritorna alla normalità: dal 15 giugno ok agli spettacoli dal vivo e ai grandi eventi fieristici Da subito riaprono i circoli culturali
Informazione, assistenza e controlli per 10mila lavoratori: al via il piano anticontagio Informazione, assistenza e controlli per 10mila lavoratori: al via il piano anticontagio Siglato il protocollo tra Prefettura e Azienda Sanitaria Locale
Il Covid-19 fa crollare i consumi delle famiglie pugliesi Il Covid-19 fa crollare i consumi delle famiglie pugliesi Coldiretti: «Necessario fermare speculazioni sui prezzi dei beni di prima necessità»
Manovra economica anti-Covid19 da 750 milioni, i primi tre avvisi Manovra economica anti-Covid19 da 750 milioni, i primi tre avvisi Emiliano: «La Puglia riparte se ripartono le imprese. Un sostegno regionale concreto»
Interventi economici di emergenza per i cittadini di Ruvo in difficoltà Interventi economici di emergenza per i cittadini di Ruvo in difficoltà Nuove regole dei servizi sociali per intercettare nuove fragilità
© 2001-2020 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.