IUS SOLI
IUS SOLI
Attualità

Ruvo di Puglia conferisce la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia

Il gesto in linea con il principio dello Ius Soli

Nei scorsi giorni a Margherita di Savoia 22 bambini, figli di immigrati, nati e residenti in Italia, hanno ricevuto dal comune la cittadinanza onoraria secondo il principio dello Ius Soli. Un atto simbolico ma dal grande valore concettuale: si è cittadini del luogo in cui si nasce e si cresce, a prescindere dalla provenienza geografica e della cittadinanza dei propri genitori.

Anche Ruvo di Puglia ha scelto di dare questo forte segnale, conferendo la cittadinanza onoraria a quei bambini, figli di immigrati ma nati e residenti in Italia.

Una scelta già evidenziata attraverso una delibera di consiglio comunale dello scorso 21 maggio e che troverà applicazione il prossimo 19 dicembre.

Il sindaco e il presidente del consiglio comunale di Ruvo di Puglia, infatti, hanno scritto ai genitori dei bambini invitandoli alla pubblica cerimonia che si terrà proprio il 19 dicembre alle 18,30 presso la scuola Carducci-Cotugno-Giovanni XXIII.

«Il Consiglio Comunale di Ruvo di Puglia, con propria Deliberazione n. 30/2018 del 21.05.2018, ha assunto l'impegno a compiere ogni azione utile per sostenere pubblicamente e ufficialmente il percorso di approvazione della legge c.d. dello "Ius Soli", anche attraverso il conferimento simbolico della cittadinanza civica a tutti i bambini nati nel territorio italiano da immigrati residenti nel Comune di Ruvo di Puglia. È auspicio di questa Amministrazione che tale riconoscimento avvenga durante una cerimonia pubblica che sia momento di riflessione e sensibilizzazione sui temi dell'accoglienza e dell'inclusione: la consegna degli attestati di cittadinanza civica, dunque, si svolgerà il prossimo 19 dicembre, presso l'auditorium della scuola media Carducci-Cotugno-Giovanni XXIII, alle ore 18,30.
Alla cerimonia sono invitati i bambini e i ragazzi destinatari dell'iniziativa, accompagnati dalle loro famiglie e dai loro amici» si legge nella lettera di invito.
    © 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.