Cattedrale Ruvo di Puglia
Cattedrale Ruvo di Puglia
Turismo

Turismo, Puglia meta turistica preferita dagli italiani

Lo sostiene l’Associazione nazionale Codacons. Esultano Emiliano e Capone

La Puglia è la meta turistica preferita dagli italiani per l'estate 2019. Lo sostiene l'Associazione nazionale Codacons, Coordinamento delle associazioni per la difesa dell` ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, che afferma che la Puglia è stata scelta dal 21% delle famiglie, seguita da Sicilia, Toscana e Liguria.

"Si tratta – hanno dichiarato in una nota congiunta il Presidente della regione Puglia Michele Emiliano e l'Assessore Regionale alla Cultura e al Turismo Loredana Capone - di un risultato che premia il grande sforzo di programmazione per un vero salto di qualità del turismo in Puglia".

Secondo Codacons nella ripresa del turismo italiano che tra giugno e agosto segna una spesa per le vacanze estive complessivamente di 25,4 miliardi di euro, con una crescita del giro d'affari del +5% rispetto al 2018, la Puglia è stata la destinazione favorita dagli italiani e il numero di cittadini che si è concesso una vacanza è aumentato del +41% rispetto a 10 anni fa.
"Siamo molto soddisfatti - hanno evidenziato il Presidente Emiliano e l'Assessore Capone – perché questi numeri raccontano innanzitutto la straordinaria capacità dei pugliesi di accogliere e far sentire a casa i turisti. È proprio di questi giorni la notizia di un post social scritto da una giovane turista milanese stregata dalla Puglia, che ha raggiunto oltre mezzo milione di persone. Anche gli operatori turistici stanno investendo molto in qualità dei servizi e formazione del personale ed è evidente che anche le politiche messe in campo dalla Regione Puglia nel corso di questi anni hanno determinato questi risultati che ci confortano anche in termini di nuova occupazione (+4% dal 2017 al 2018) in un settore trainante dell'economia pugliese".

"Stiamo investendo – hanno spiegato Emiliano e Capone – su una Puglia che offra strutture ricettive migliori, che offra complessivamente una migliore accoglienza nei centri storici, dove il restauro dei tanti monumenti propone una Puglia ancora più bella. A questo si aggiunga il grande lavoro fatto insieme ai Comuni e alle istituzioni per una programmazione di eventi piccoli e grandi che punti ad avere turisti tutto l'anno. Le politiche di destagionalizzazione sono risultate particolarmente vincenti e a tale proposito è bene ricordare lo straordinario lavoro di Aeroporti di Puglia e le connessioni con tutte le città nazionali e internazionali che aumentano di anno in anno, producendo risultati straordinari". Nei primi sette mesi del 2019, infatti, tra Bari e Brindisi i passeggeri sono stati 4.603.691, in crescita del +10,8% rispetto al 2018. Ottimi risultati per la linea nazionale, in crescita del +5,9%, ma soprattutto per la linea internazionale che con 1.711.822 passeggeri segna un +20,73 rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno".

Il risultato evidenziato dal Codacons racconta, inoltre, una Puglia che tutela il suo ambiente, i suoi borghi e il suo mare che vanta ben 13 bandiere blu grazie anche agli investimenti sulla depurazione delle acque; un luogo magico che coniuga passato e futuro e dove il viaggiatore può cogliere emozioni speciali, territori stupendi e un'enogastronomia indimenticabile.

"Continuiamo a lavorare – hanno concluso Emiliano e Capone – per puntare sempre più in alto e valorizzare tutte le aree della nostra regione: dopo gli straordinari riconoscimenti di Lonely Planet, dopo un anno "stellare" per il cinema made in Puglia con l'alternarsi di prestigiosi artisti, registi e produttori su tutto il territorio pugliese, dopo essere stati scelti da personaggi famosi di tutto il mondo, abbiamo avuto nei giorni scorsi il riconoscimento più grande con la Città di Taranto che si aggiudica i Giochi del Mediterraneo. I Giochi del Mediterraneo a Taranto, che si svolgeranno nel 2026, rappresentano una scelta politica fondamentale: non stiamo lavorando solo per l'oggi, ma lavoriamo per costruire una Puglia più ricca e accogliente anche per il futuro".
  • Turismo
Altri contenuti a tema
La Camminata tra gli Ulivi fa tappa a Ruvo di Puglia La Camminata tra gli Ulivi fa tappa a Ruvo di Puglia Paesaggi, degustazioni, tradizioni, arte e cultura attorno al mondo dell’olio
Turismo, un'estate positiva per la Puglia Turismo, un'estate positiva per la Puglia La soddisfazione dell'assessore regionale Capone
Grande musica e visite guidate: cosa fare nel weekend Grande musica e visite guidate: cosa fare nel weekend Tour tra palazzi storici, campanili e ipogei
1 Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Accoglienza di prestigio per turisti italiani e stranieri sul mare di Molfetta
Le foto dei monumenti di Ruvo di Puglia per illustrare Wikipedia. C'è il concorso Le foto dei monumenti di Ruvo di Puglia per illustrare Wikipedia. C'è il concorso Ciò che occorre sapere per partecipare
Talos Festival: con la Pro Loco visite guidate alla scoperta della città, tra storia, arte e leggende Talos Festival: con la Pro Loco visite guidate alla scoperta della città, tra storia, arte e leggende Una serie di itinerari culturali per scoprire il patrimonio di Ruvo di Puglia
Vacanze alternative? Ecco il campo di volontariato naturalistico sul Parco dell'Alta Murgia Vacanze alternative? Ecco il campo di volontariato naturalistico sul Parco dell'Alta Murgia Tre giorni per affinare lo spirito di adattamento e concentrarsi su natura e impegno civico nei territori di Bitonto, Ruvo e Corato
Info point turistici, 20mila euro per il Comune di Ruvo di Puglia Info point turistici, 20mila euro per il Comune di Ruvo di Puglia Il finanziamento regionale per il potenziamento
© 2001-2019 RuvoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
RuvoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.